Dillo al Consigliere

Scrivi a questa email
cosa vorresti
che la Regione Lombardia
facesse per la provincia
di Pavia

scrivi


Competività

Scarica qui il file
in formato pdf


Legge per il contrasto della ludopatia in Regione Lombardia

Scarica qui il file
in formato pdf


i primi 100 giorni in Lombardia

Scarica qui il file
in formato pdf


operazionetrasparenza

Scarica qui il file
in formato pdf


attivitàregione

Scarica qui il file
in formato pdf


servizio_idrico

Scarica qui il file
in formato pdf


termoregolazione

Scarica qui il file
in formato pdf

Da Regione Lombardia “giro di vite”
contro il gioco d’azzardo

Approvato all’unanimità in IV Commmissione
presieduta da Angelo Ciocca

Giro di vite in Regione Lombardia sul gioco d'azzardo. È infatti stato approvato all'unanimità dalla IV Commissione Occupazione e Attività Produttive, guidata dal presidente Angelo Ciocca e giungerà in Consiglio per l'ok definitivo il prossimo 15 ottobre, il progetto di legge n.58 sulle ludopatie.
Tra le principali novità introdotte dal testo l'obbligo di una distanza di almeno 500 metri tra gli esercizi autorizzati al gioco e luoghi di particolare sensibilità, come scuole, ospedali, chiese e strutture socio-assistenziali.
La ludopatia nel progetto di legge viene trattata come una dipendenza, prevedendo il supporto concreto dell'Asl alle famiglie che devono affrontare questa problematica sociale e la predisposizione di un numero verde per i giocatori patologici. Incentivi economici, come l'esenzione dal pagamento di alcune tasse, saranno garantiti a tutti gli esercizi che aderiscono alla rete «No Slot», assecondando anche le prese di posizione nei mesi scorsi di alcuni sindaci della nostra provincia, che avevano dichiarato guerra alle macchinette.
Due le principali modifiche apportate dalla commissione regionale attività produttive al progetto di legge: la formazione obbligatoria degli esercizi in cui sono presenti le slot affinché riconoscano situazioni di criticità e l'introduzione di un contributo etico obbligatorio per chi installa macchinette da gioco. I controlli saranno affidati alla Polizia Locale, appositamente formata, così come le sanzioni, che potranno raggiungere i 15 mila euro.
Non si tratta di un gioco, ma di un pericolo di azzardo. Per questo, più che di ludopatia, si dovrebbe parlare di “azzardopatia” – con queste parole Angelo Ciocca ricorda che - “in Lombardia le slot machines e il cosiddetto gioco d’azzardo lecito muovono un giro d’affari di oltre 14 miliardi di euro all’anno, con una media pro-capite impressionante: 1700 euro, con punte massime fino a 2125 euro, che è il dato della provincia di Pavia. Nel provvedimento, approvato all’unanimità è stata recepita la proposta della Lega Nord di un “contributo etico obbligatorio” per ogni slot-machine funzionante in Lombardia, il cui importo dovrà essere determinato dalla Giunta Regionale. Non mancano inoltre nella legge altre proposte del Carroccio, fra cui il marchio “No Slot” per chi rinuncia all’installazione delle macchinette e forme di premialità fiscale o attraverso bandi regionali per i locali virtuosi.”
Nel progetto di legge – concludono Ciocca e il consigliere della Lega Nord Rolfi – che sarà approvato in via definitiva dall’aula del consiglio regionale, sarà poi data la possibilità ai Sindaci e ai Comuni di stabilire criteri autorizzativi, fino all’individuazione di zone di esclusione, come in prossimità delle scuole,  per le macchinette da gioco.”

no slot


No al DURT


Maroni:
«Parlerò al ministro Cancellieri»

Obiettivo? Non chiudere il Tribunale di Vigevano

Oggi la delegazione provinciale (amministratori, rappresentanti degli ordini professionali e esponenti delle categorie), accompagnata dal consigliere regionale Angelo Ciocca, si è recata negli uffici del presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni.
Obiettivo: chiedere a gran voce di fermare la chiusura del Tribunale di Vigevano, decisa dai ministri del precedente governo.
Il governatore ha raccolto l'istanza del territorio lomellino rappresentato, tra gli altri dal sindaco di Vigevano Andrea Sala e dal primo cittadino di Garlasco Pietro Farina.
«Maroni - ha spiegato Farina, che è anche il presidente del Comitato per salvare dalla cancellazione il tribunale ducale - si è dimostrato davvero interessato dal grido d'allarme lanciato dall'intera Lomellina. Pur essendo una "questione romana", Maroni ha promesso di volerne parlare, già la prossima settimana, con il ministro della Giustizia del Governo Letta Anna Maria Cancellieri. Ci ha detto che le chiederà di fermare la decisione del Governo Monti. Il Governatore lombardo ha capito - continua Farina - che la chiusura del Tribunale rappresenterebbe una mortificazione del territorio. Spostare gli uffici da Vigevano a Pavia è un grave problema, soprattutto per le difficoltà di collegamento tra le due città. Si tratterà, se portata a termine, di una situazione destinata a creare grandi tensioni; tutti abbiamo convenuto che è un provvedimento da arginare in ogni modo».
Da Milano, un segnale di ottimismo per evitare una chiusura insensata!

no alla chiusura del Tribunale di Vigevano


Ciocca: appalti a km. 0

Priorità della Regione

Visita nel Cremasco, in compagnia del consigliere regionale Federico Lena, del presidente della commissione attività produttive di Regione Lombardia Angelo Ciocca.
Su invito di Libera Artigiani, il leghista Ciocca, presidente della commissione attività produttive, ha preso parte ad un summit con il segretario generale Giuseppe Zucchetti e i rappresentanti della associazione. All’ordine del giorno la discussione su ciò che Regione Lombardia può fare per le PMI cremasche.
Dagli appalti a KM Zero – una delle priorità di Regione Lombardia per dare un supporto concreto agli artigiani - fino alla sburocratizzazione e all’accesso al credito. Oltre un’ora di confronto a viso aperto sulle problematiche che riguardano il mondo delle piccole e medie imprese.
Appalti a km 0Ciocca ha voluto ricordare come anche in provincia di Pavia, gli appalti a chilometro zero potrebbero dare un po’ di respiro al territorio. Un esempio? Alla raffineria di Sannazzaro vengono spesso chiamate a lavorare aziende che hanno la sede lontana migliaia di chilometri dalla Lomellina. Questo non è giusto, perché si priva il territorio di possibilità, in questo momento di gravi crisi. Il tutto potrebbe anche avvenire senza particolari risparmi economici e qualitativi per l’azienda.
Tornando alla giornata in terra cremonese, subito dopo la riunione con Libera Artigiani, Federico Lena e Angelo Ciocca hanno visitato alcuni spazi dell’azienda Ancorotti Cosmetics. Nel corso della visita il fondatore dell’azienda, che oggi conta 85 dipendenti, Renato Ancorotti ha potuto illustrare al presidente Ciocca la realtà del mondo cosmetico “made in Crema”.
Ciocca, Lena e Ancorotti si sono soffermati sulla possibilità di effettuare sinergie tra Regione Lombardia e associazioni e aziende del territorio lombardo, per avvicinare il mondo produttivo al mondo della formazione. Un’operazione che garantirebbe ai giovani di trovare, dopo un periodo di formazione ad hoc, una adeguata e rapida collocazione all’interno del tessuto produttivo della cosmesi che ha una forte concentrazione nel territorio di Crema.
Ciocca e Lena hanno infine vistato l’azienda Pini Alfredo di Castelleone e i rappresentanti del Polo della Meccanica del Castelleonese, la società consortile di Castelleone che racchiude, oggi, oltre 20 aziende del territorio.
Nel corso della giornata il presidente della commissione attività produttive Ciocca ha potuto ribadire più volte, il forte impegno della Regione nel tutelare le eccellenze lombarde e la propria ferma intenzione di ascoltare le istanze provenienti dal territorio.
«Regione Lombardia sta mettendo a disposizione delle aziende – spiega Federico Lena, consigliere regionale Lega Nord - parecchie risorse. Ci sono bandi per creare servizi di supporto ai propri dipendenti e bandi che invece hanno intenzione di investire sull’innovazione e sulle politiche sociali. Visite come questa, compiuta con il collega Angelo Ciocca hanno un obiettivo: quello di ascoltare il territorio in modo diretto e poter dare attraverso le nostre competenze, risposte concrete».
«Sono molto soddisfatto della visita di Ciocca – conferma Ancorotti – abbiamo parlato di numerosi argomenti. Il problema della tutela del made in Italy, la sburocratizzazione e la necessità di creare percorsi formativi più vicini alle esigenze delle aziende. Ho trovato una persona molto preparata. Interessante l’approccio di ascolto che Regione Lombardia ha messo in atto».
Soddisfatti della visita di Angelo Ciocca e Federico Lena anche i rappresentanti del Pol.Mec. di Castelleone
«Per le piccole aziende come la nostra - spiega il vice presidente del Pol Mec Fabrizio Scandelli - c’è l’esigenza di rivedere il sistema dei bandi regionali. Spesso sono tarati su imprese e impegni di spesa molto più grandi rispetto a quello che noi possiamo fare. Poi c’è il tema, non indifferente, del rapporto tra aziende e scuole. Una visita produttiva che conferma come Regione Lombardia sia attenta al nostro mondo e abbia cominciato ad ascoltarci».

(testo parzialmente tratto da Crema Oggi)


restituiti i rimborsi


Lombardia no slot

Presentate le linee guida delle legge regionale

Conferenza stampa

Le proposte del Gruppo di lavoro istituto in Commissione IV: alle macchinette solo con la carta regionale dei servizi, incentivi ai locali che rinunciano la gioco elettronico e numero verde sos antislot – Sanzioni e Asl attivate per le cure

Rendere obbligatorio l’utilizzo della carta regionale dei servizi per giocare alle slot, affinché sia possibile intervenire temporizzando il gioco fino ad inibire l’accesso ai soggetti altamente a rischio. È una delle proposte contenute nelle linee di indirizzo contro le ludopatie e in generale il gioco d’azzardo elettronico messe a punto dal gruppo di lavoro istituito dalla Commissione Occupazione e Lavoro del Consiglio regionale presieduta da Angelo Ciocca (Lega Nord) e presentate stamattina nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Pirelli.

«Queste linee guida – ha spiegato il Presidente Ciocca - sono molto importanti perché, grazie agli spunti che abbiamo avuto dalle audizioni che su questo tema sono state fatte nelle scorse settimane, forniranno gli elementi utili per mettere a punto una legge regionale no slot in grado di incidere su quegli aspetti economici e sociali che hanno pesanti riflessi sugli individui colpiti da questo tipo di patologia. Contiamo nel giro di due –tre mesi di mettere a punto la proposta di legge da portare in Consiglio regionale».

In Lombardia la spesa media procapite regionale per le slot è superiore a 1700 euro al mese; a detenere il record nazionale è la provincia di Pavia con una spesa procapite di 2125 euro, seguita da Como (1504) e poi da Bergamo (1238).

All’incontro con i giornalisti oltre al Presidente Ciocca erano presenti il Vicepresidente della Commissione Carlo Malvezzi (PdL), il consigliere segretario Enrico Brambilla (PD) e i componenti del Gruppo di lavoro (Giulio Gallera del PdL, Fabio Rolfi della Lega Nord, Mario Barboni del PD, Stefano Buffagni del Movimento 5 Stelle, Daniela Maroni della Lista Maroni Presidente, Michele Busi del Patto Civico Ambrosoli e Riccardo De Corato capogruppo dei Fratelli d’Italia).

Le linee guida

Tre le altre proposte delle linee guida ci sono poi la possibilità di introdurre una tassa di scopo regionale a carico dei locali con slot machine per finanziare la cura delle ludopatie, la possibilità per i comuni di regolare gli spazi di gioco all’interno dei locali, il divieto di pubblicizzare il gioco d’azzardo e l’introduzione di incentivi per chi rinuncia o toglie le slot dal proprio locale. Previste anche sanzioni, l'istituzione di un servizio di cura delle ludopatie nelle Asl, corsi di formazione per i commercianti e per le forze dell'ordine e l’attivazione di uno specifico numero verde, una sorta di “sos antislot”.

«In queste proposte – ha evidenziato il Vicepresidente della Commissione IV Carlo Malvezzi (PdL) – c’è tutto un percorso di ascolto e riflessione che ci ha fornito elementi utili per predisporre nel giro di breve tempo una legge efficace che possa essere anche da stimolo per un provvedimento nazionale».
Anche il Consigliere segretario della Commissione Enrico Brambilla del Pd ha sottolineato l’importanza delle proposte: «Frutto – ha sottolineato – di un metodo di lavoro condiviso col quale la Commissione e il Consiglio regionale esprimono quelle linee di indirizzo che le sono proprie».


Ecco la vincitrice

Laura

Laura F. (nella foto), 41 anni, si è aggiudicata la bicicletta "ufficiale" della campagna elettorale "REGIONALI 2013". Ecco Laura F., in posa con il cappellino PV 421, mentre prende possesso dell'ambito cimelio.
Vota Lega, scrivi Ciocca!


A Rovescala

A Rovescala


A Milano per Roberto Maroni presidente

A Milano per Roberto Maroni presidente


Lega Nord di Landriano

Lega Nord di Landriano


La Lega Nord pavese a Quinta Colonna

A Quinta colonna


Tavola rotonda
Quale futuro per la salute del cittadino
a San Genesio ed Uniti

Tavola rotonda Quale futuro per la salute del cittadino a San Genesio ed Uniti

Tavola rotonda Quale futuro per la salute del cittadino a San Genesio ed Uniti

Tavola rotonda


PC alla biblioteca della Scuola in ospedale

Lunedi mattina 11 febbraio, il consigliere regionale Angelo Ciocca ha consegnato un computer alla biblioteca della Scuola in Ospedale del San Matteo.
La responsabile, la professoressa Annamaria Mariani Bottiroli, ha sottolineato: «Ringrazio Angelo Ciocca che è vicino alla nostra realtà da molti anni e ha sostenuto vari progetti, come ad esempio l'acquisto di scaffali chiusi per i libri, adatti a non prendere polvere per i pazienti. Il computer che oggi ci è stato donato servirà per le ricerche di libri in internet, dei riassunti delle varie pubblicazioni e per tutte quelle attività che riguardano la biblioteca. Tale luogo è frequentato dai pazienti, dai familiari, dai dipendenti dell'ospedale e si regge sull'attività dei volontari
Il consigliere Ciocca ha così commentato: «Ho avuto modo di apprezzare la passione dei volontari che si occupano della biblioteca e della scuola in ospedale fin da assessore provinciale. È un vero patrimonio sia per il generoso volontariato che qui si svolge, guidato dalla professoressa Mariani Bottroli, sia perché questo spazio offre la possibilità a chi è ricoverato di alleviare, per quanto possibile, la sofferenza e la permanenza in ospedale. Ritengo che anche questa attività sia da considerare come una cura, importante come quella medica

Pc alla biblioteca della Scuola in ospedale


Gli stati generali dell'agricoltura

A causa dell'influenza non ho potuto partecipare agli Stati generali dei coltivatori presso il Collegio Borromeo. Ritenendo il settore agricolo di grande importanza dal punto di vista economico e sociale, desidero far giungere a chi ha partecipato e a tutti i coltivatori quanto avrei detto. Regione Lombardia è vicino al mondo agricolo con diversi interventi, ad esempio l'erogazione dell'anticipo Pac; i bandi per i giovani agricoltori, il funzionamento delle aziende e gli agriturismo; gli indennizzi per i danni fitosanitari e del maltempo; la promozione dei prodotti locali... C'è ancora molto da fare e occorre proseguire il lavoro che si stava facendo, portando in Europa le ragioni dei nostri agricoltori per fa sì che la Pac non sia penalizzante, valorizzando l'agroalimentare pavese e promuovendo le filiere corte; gestendo in modo ottimale il bene acqua e il funzionamento del sistema idrico. Nel programma concreto di Roberto Maroni vi è un punto importante in vista di Expo 2015, ovvero promuovere il marchio che certifichi la qualità delle produzioni lombarde per cercare nuovi mercati, qualità che i nostri produttori del Pavese, dell'Oltrepò e della Lomellina raggiungono grazie alla maestria e all'unione di tradizione e innovazione.
Resto a disposizione all'email regione2013@angelociocca.it


Inaugurazione a Zerbolò della casa dell'acqua
e del pavimento della palestra

Inaugurazione a Zerbolò


Incontro tra i farmacisti
e il consigliere regionale Angelo Ciocca

Nel pomeriggio di ieri, 30 gennaio 2013, il consigliere Ciocca ha fatto visita ad alcune farmacie pavesi.
«Il settore delle farmacie - ha commentato Ciocca - è importante dal punto di vista economico, sociale e di servizio. Questi incontri sono stati strategici per mettere a punto ciò a cui stavo lavorando in Regione Lombardia e su cui bisogna continuare a lavorare con Maroni Presidente della Regione. Ad esempio occorre rivedere le quote di spettanza per la filiera del farmaco, contrastare le politiche di liberalizzazione penalizzanti , sostenere con contributo l'installazione di sistemi di sicurezza».


Visite nelle cantine dell'Oltrepo

Questa mattina, 30 gennaio 2013, il consigliere regionale Angelo Ciocca ha fatto una tappa importante nelle aziende vitivinicole dell'Oltrepò pavese.
«L'agricoltura è stata la prima industria storica della provincia di Pavia; il settore vitivinicolo e' rilevante sia per l'aspetto economico sia per quello culturale. I bandi di Regione Lombardia in questi anni hanno sostenuto le aziende locali, bisogna continuare a lavorare per promuovere il nostro vino e i nostri prodotti che sono genuini e di qualità».

Visite nelle cantine dell'Oltrepo


Incontro con la croce rossa di Mortara:
legge per allungare durata mezzi di soccorso

CRI di MortaraSi è svolto un incontro tra i dipendenti e i volontari della Croce Rossa di Mortara con il consigliere regionale Angelo Ciocca per porre l'attenzione sul volontariato e sulle necessità di chi si occupa del soccorso. 11 dipendenti e 250 volontari che riescono a far fronte al servizio ordinario e anche a quello straordinario di emergenza civile.
«È una realtà molto importante per il nostro territorio, in Regione stavo lavorando per prolungare la possibilità di utilizzare le ambulanze e avere a disposizione più mezzi di soccorso. Mi stavo, infatti, adoperando per fare una legge che permetta di usare tali mezzi di soccorso per un tempo più lungo rispetto all'attuale: le moderne tecnologie e i nuovi metodi di costruzione consentono di usufruire dei mezzi in tutta sicurezza. Complimenti a tutti coloro che con altruismo si prendono cura della nostra sicurezza e della nostra salute».


Una serata interista
insieme a Sandro Mazzola

Sandro Mazzola e Angelo Ciocca


A Vigevano Roberto Maroni e la giornalista
di Telelombardia Giorgia Colombo

Roberto Maroni, Giorgia Colombo e Angelo Ciocca


Ponte di barche di Bereguardo

Resta purtroppo sempre di attualità il problema dei ponti della nostra provincia: il ponte di barche di Bereguardo, senza dimenticare il Ponte della Becca depontenziato e quello di Casei Gerola. Tutti critici sotto l'aspetto di affidabilità e manutenzione. Dobbiamo aspettare che crolli un ponte e sperare di avere le risorse del Governo oppure riusciamo a capire prima che dobbiamo avere a disposizione più risorse per prevenire emergenze? Aspettiamo che il territorio cada a pezzi oppure arriviamo finalmente a comprendere che l'unico vaccino per questa malattia è quello di Roberto Maroni? Tenere al Nord il 75% delle tasse pagate dal Nord. Roma ci impone tagli e aumenti di tasse: deve finire il tempo della rapina. Dobbiamo invertire questa spirale mortale. Questo motore sta girando in senso sbagliato, continuando a depredare il Nord, senza dare al Nord la possibilità di risollevarsi; bisogna invertire le fasi e farsì che il motore giri nel senso giusto.

Angelo Ciocca


Protesta dei rifugiati

Leggo della protesta dei rifugiati del Nord Africa in merito al fatto che il 28 febbraio dovranno lasciare gli alberghi della nostra provincia, in cui sono alloggiati da oltre un anno e mezzo, con vitto e alloggio gratuito (ovvero paga lo Stato, quindi noi, circa 40 euro al giorno).
Sicuramente credo nel valore della solidarietà, ma credo anche che l'Italia abbia fatto più del necessario, togliendo ricchezza a chi in questo anno ne aveva bisogno per dare ad altro. E parlo dei nostri pensionati che hanno la pensione minima, dei disoccupati, delle famiglie che non riescono a pagare le bollette.
Gli stranieri che hanno ricevuto asilo e assistenza in Italia non dovrebbero forse essere grati al nostro territorio? Forse al posto di protestare potrebbero ringraziare.
Esiste un detto pavese "un po' per ciascuno in braccio alla mamma"…

Angelo Ciocca


Lettera

Disoccupazione dei giovani al punto record del 37%, famiglie che non riescono a pagare le bollette tanto che i contatori piombati sono in incredibile aumento, l'Imu del Governo Monti, tra l'altro bocciata dalla Commissione Europa, pagata soprattutto al Nord (la provincia di Pavia ha pagato 77 milioni di euro). Nonostante la Lombardia versi 108 miliardi di euro a Roma, in Lombardia ne tornano solo 38. In Lombardia paghiamo 44 miliardi di Irpef, 6 di Irap e 58 di Iva, in cambio Roma ci taglia i posti letto negli ospedali, ci da' meno pattuglie per la sicurezza, meno Vigili del Fuoco per i soccorsi, meno trasferimenti per i nostri comuni…
Da queste ingiustizie nasce un'azione di pronto soccorso per provare a salvare il Nord e educare alla responsabilizzazione della spesa pubblica il sistema romano: tenere il 75% delle tasse pagate dal Nord al Nord. Questo significherebbe tenere 70 miliardi l’anno, soldi con cui si potrebbe abolire l’Irap, che vale 6 miliardi, oppure togliere l'Imu e abbassare le tasse a tutti, destinare fondi per le infrastrutture, per il sociale, per aiutare le imprese e le famiglie. Per realizzare questa azione bisogna sostenere Roberto Maroni che è dunque la persona giusta al momento giusto.

Angelo Ciocca


San Genesio ed Uniti
Natale 2012

Babbo Natale 2012

Clicca qui per guardare tutte le immagini


Al San Matteo per distribuire doni ai bambini ricoverati nel reparto di pediatria

Pediatria san matteo


Chiusura del reparto di ginecologia e ostetricia
della Clinica Città di Pavia

chiusura del reparto di ginecologia e ostetriciaOggi, 14 dicembre 2012, c'è purtroppo un lutto, ovvero la chiusura del reparto di ginecologia e ostetricia della Clinica Città di Pavia. La decisione della proprietà di chiudere questo reparto priva il territorio si un importante servizio e lascia disorientate le mamme in attesa che avevano deciso di far nascere il proprio figlio in questo reparto.
Come consigliere regionale e come cittadino sono molto amareggiato che un privato, la cui attività beneficia di finanziamenti pubblici, si comporti da "prenditore" e non da imprenditore. Infatti, pur avendo usufruito di benefici pubblici, la proprietà svolta le spalle ai cittadini, al territorio, rifiutando qualsiasi forma di condivisione con l'ente pubblico. La proprietà ha disatteso le aspettative di oltre 6000 cittadini che, con la loro firma, hanno detto no alla chiusura del reparto; non ha nemmeno tenuto in considerazione le indicazioni emerse nell'incontro pubblico "Nascere a Pavia"; inoltre ha dimostrato di ignorare quanto ha detto l'assessore regionale alla Sanità, ovvero che non esistono obblighi di chiusura sotto i 500 parti all'anno, ma che il servizio avrebbe potuto essere potenziato sommando i parti di Pavia con quelli di Vigevano.
Le future scelte regionali dovranno tenere conto della ingiusta decisione della proprietà.

Angelo Ciocca
Consigliere Regione Lombardia
Lega Nord


Santa Barbara, la cerimonia dei Vigili del Fuoco

«L'attività di questo Corpo è di straordinaria importanza ed è doveroso rivolgere un sincero ringraziamento per tutto il lavoro che quotidianamente i vigili del fuoco svolgono. Spesso ci si ricorda della grande attività che fanno solo in caso in gravi calamità e di eventi eccezionali; invece è giusto ricordare l'impegno profuso per ogni intervento

Angelo Ciocca

cerimonia dei Vigili del Fuoco 2012

cerimonia dei Vigili del Fuoco 2012


Presentazione del Libro di Roberto Maroni

presentazione del libro di Maroni

presentazione del libro di Maroni


Visita istituzionale alle Terme di Miradolo

Visita istituzionale alle Terme di Miradolo


Corteo pacifico a Pavia
per incontrare il ministro Balduzzi

«La Lombardia dà molto al Paese, perché mettete in ginocchio i nostri servizi? È questo il senso del pacifico corteo che oggi dalla Prefettura è arrivato in Università per incontrare il Ministro Balduzzi. La chiusura del reparto di maternità della clinica Città di Pavia e l'annullamento della gratuità sanitaria per la Cittadella sociale di Pieve del Cairo creeranno problemi e forti disagi alla nostra sanità, ai posti di lavoro - molti saranno persi - all'indotto economico. Il nostro territorio non vuole più essere sacrificato

Angelo Ciocca
Gruppo Lega Nord

corteo pacifico Pavia

corteo pacifico Pavia

corteo pacifico Pavia

corteo pacifico Pavia

corteo pacifico Pavia


Reparto maternità alla "Città di Pavia"

Parti sociali: riapriamo il tavolo sindacale
Ciocca: «La proprietà agisca con buon senso»

Si è svolto venerdì sera presso Santa Maria Gualtieri a Pavia l'incontro "Nascere a Pavia", organizzato dal consigliere regionale Angelo Ciocca per dire no alla chiusura del reparto di ginecologia e ostetricia dell'Istituto di cura "Città di Pavia". Durante la serata sono intervenuti il direttore generale dell'ASL, il primario Baroni della Città di Pavia, i rappresentanti di ostetriche e infermieri , il direttore medico di presidio del San Matteo, il direttore, il direttore sanitario del Policlinico di Monza, le parti sindacali. L'annunciata chiusura del reparto, che avverrà a metà del mese di dicembre, ha già comportato il licenziamento di due ostetriche. I sindacati, Cgil, CISL e UIL, hanno dato la disponibilità ad aprire un tavolo sindacale con la proprietà. Tra il pubblico erano presenti anche mamme in attesa che hanno iniziato il proprio percorso alla Città di Pavia e che ora trovano difficoltà a causa della decisione della proprietà di chiudere il reparto che avevano scelto per far nascere il proprio figlio. Ha commentato il consigliere regionale Ciocca: «Chiudere un reparto maternità non è come chiudere un reparto di una fabbrica che fa bottoni. Mi auguro che la proprietà non sia sorda alle richieste dei cittadini: solo in due giorni 5000 persone hanno firmato contro la chiusura. Il diritto di scelta delle mamme va salvaguardato e il privato, se è un vero imprenditore e non solo un prenditore, deve agire considerando il contesto. È stata resa pubblica anche una lettera della proprietà in cui si motiva la chiusura per l'esiguita' del numero dei parti. I bambini non sono numeri, sono il nostro futuro.»

Convegno Nascere a Pavia


Inaugurazione della nuova sede
della Lega Nord a Landriano

Sede lega nord Landriano

Sede lega nord Landriano

Sede lega nord Landriano


Giovedì 15 novembre dalle 9 alle 14.30:
raccolta firme a favore della casa di cura
La Cittadella Sociale di Pieve del Cairo

«Sotto i colpi dei tagli del Governo Monti rischiano di chiudere 13 strutture private, accreditate con il servizio sanitario. Per la gratuità delle prestazioni, si tratta di ospedali equivalenti a quelli pubblici. Il documento prevede l'espulsione dal sistema sanitario di tutte le strutture accreditate con meno di 80 posti letto; la Cittadella Sociale ne ha 34 posti e dunque, in base a questi criteri, verrà eliminato l'accreditamento. Ciò comporterà gravi disagi per i cittadini che in sostanza non potranno più fruire della gratuità per farsi curare in questa struttura della Lomellina, efficiente e apprezzata, di valore storico e sociale. Giovedì mattina sarò davanti all'ospedale per la raccolta firme che verrà allegata a una lettera indirizzata al Ministro della Sanità

Angelo Ciocca, consigliere Regione Lombardia
Gruppo Lega Nord

pieve del cairo firma

pieve del cairo firma

pieve del cairo firma


Città di Pavia: nuova raccolta firme e convegno

Ciocca: «Hanno già firmato in 1700, clinica amata dai pavesi»

Convegno nascere a PaviaVenerdì 16 novembre sarà una giornata interamente dedicata alla Clinica Città di Pavia: dalle 9 alle 18 in Piazza della Vittoria a Pavia si proseguirà la raccolta firme per dire no alla chiusura del reparto di ostetricia e ginecologia. Già raccolte 1700 firme mercoledì scorso davanti alla struttura ospedaliera pavese. Alla sera, alle ore 21.00, nella sala di Santa Maria Gualtieri, piazza della Vittoria, si discuterà sul tema "Nascere a Pavia". L'incontro, moderato dalla giornalista di Telelombardia Giorgia Colombo, vede la partecipazione di nomi illustri della sanita' pavese: il direttore dell'Asl; primari; rappresentanti del Collegio delle Ostetriche e dell'Ordine degli Infermieri rappresentanti del mondo sindacale di CGIL, CISL e UIL, Federconsumatori. L'iniziativa è promossa dal consigliere regionale Angelo Ciocca che ha sottolineato: «I cittadini pavesi sono molto vicini al reparto e la grande partecipazione alla raccolta firme ne è la dimostrazione. Le nostre azioni sono volte a fare appello alla proprietà affinché lasci in vita questo reparto. Scegliere di non investire sulle nascite vuol dire non investire sul futuro. Ringrazio tutti i relatori che interverranno; il convegno volgerà uno sguardo al tema delle nascite a Pavia e delle relative strutture ospedaliere pavesi

Raccolta firme per la Città di Pavia
Raccolta firme per la Città di Pavia

Città di Pavia: Ciocca incontra il personale

Partirà una raccolta firme

La proprietà dell'Istituto di Cura “Città di Pavia” ha deciso di chiudere il reparto di Ginecologia e Ostetricia. Martedì 30 ottobre il consigliere regionale Angelo Ciocca ha incontrato il primario, il Prof. Giuseppe Baroni e i rappresentanti di medici, ostetriche e infermieri per approfondire la questione. Ciocca ha così commentato l'incontro: «La “Città di Pavia” è un ospedale efficiente, conosciuto per serietà, professionalità e sicurezza. La chiusura del reparto di Ginecologia e Ostetricia comporterebbe dei grandi disagi. Non bisogna infatti dimenticare che i 400 parti annui e i vari interventi di ginecologia che venivano eseguiti alla clinica “Città di Pavia” ricadranno inevitabilmente sulla struttura del Policlinico San Matteo, già provata da un soprannumero di pazienti. Il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’Istituto di Cura “Città di Pavia”, infatti, ha per il Comune in cui risiediamo un valore storico, sociale ed è anche un elemento di tranquillità per l’intero comprensorio territoriale. La chiusura, tra l’altro, rischia di creare ulteriori problemi occupazionali a una città come Pavia, che sul tema, è già stata pesantemente colpita in passato. Non dimentichiamoci, poi, che spostare da un reparto all'altro il personale potrebbe significare anche far diminuire la passione per il proprio lavoro. Partirà proprio in questi giorni una raccolta firme con cui ci rivolgeremo alla proprietà, il Gruppo Ospedaliero San Donato, affinché riveda la propria decisione e al Ministro della Sanità, convinti che si debba trovare una soluzione al problema.»

Angelo Ciocca e il Prof. Baroni Giuseppe, Primario del reparto di Ginecologia e Ostetricia

Angelo Ciocca e il Prof. Giuseppe Baroni,
Primario del reparto di Ginecologia e Ostetricia


Dimissioni Regione Lombardia

dimissioni regione lombardiaIn seguito ai fatti che si sono verificati, la Lega non è stata disponibile a proseguire questo percorso in Regione per dignità e per credibilità. Dunque se oggi il consiglio regionale si è dimesso è stato per iniziativa della Lega Nord, chi infatti può permettere lo scioglimento del consiglio è solo la maggioranza. Non bisogna perdere di vista che la Lega Nord è nata anche per contrastare la mafia e con questo gesto di responsabilità intendiamo dare un forte segnale e trasmettere anche un messaggio educativo ai giovani che guardano alla politica. Solo così la politica buona infatti potrà creare gli anticorpi per ripartire con un corpo sano, contro la politica sbagliata. Il gesto delle dimissioni non è un segnale di fine ma, anzi, deve portare a ripartire in modo giusto proprio perché l'attività di Regione Lombardia è importante e riguarda ogni aspetto della vita del cittadino: dal settore agricolo a quello della scuola, dal mondo imprenditoriale a quello assistenziale, da quello sanitario a quello del lavoro e della casa.

Angelo Ciocca
Lega Nord


Gazebo a Stradella

Gazebo a Stradella


Gazebo a Broni

Gazebo a Broni


Gazebo a Casteggio

Gazebo a Casteggio


Gazebo a Varzi

Gazebo a Varzi


Gazebo a Marzano

Gazebo a Marzano


Gazebo a Vidigulfo

Gazebo a Vidigulfo


Gazebo a San Genesio

Gazebo a San Genesio


Gazebo a Siziano

Gazebo a Siziano


Gazebo ad Albuzzano

Gazebo ad Albuzzano


Gazebo a Borgarello

Gazebo a Borgarello


Gazebo a Voghera

Gazebo a Voghera


Gazebo a Pavia

Gazebo a Pavia


Gazebo a Belgioioso

Gazebo a Belgioioso


Inaugurazione festa del crisantemo a Verrua Po

Inaugurazione festa del crisantemo a Verrua Po


Riflessione

Di fronte a quanto accaduto in Regione Lombardia come consigliere eletto dai cittadini pavesi mi sento in dovere di fare una riflessione. Ritengo che ci siano errori che possono essere corretti, se pur gravi, ristabilendo l'ordine, ma ci sono anche errori che non possono nemmeno essere corretti perché sono inclassificabili. L'eventuale legame delle istituzioni con la mafia e' talmente grave che non può avere altra reazione se non quella di dire "tutto da rifare" .
L'attività della Lega Nord pero' non si ferma, tanto in Regione Lombardia, quanto sul territorio. Il tenere le risorse del Nord al Nord, il lavoro e l'assistenza prima alla nostra gente sono le priorità per cui la Lega stava lavorando e continuerà a lavorare. 108 miliardi dal Nord vanno a Roma ogni anno e ne tornano solo 38. Avere quel che ci spetta vuol dire avere la possibilità di soddisfare le necessità del nostro territorio e dei cittadini.
Proseguiamo in una sola direzione: Prima il Nord.


Da Pavia una maglietta
contro la mafia

I venti consiglieri regionali leghisti, hanno indossato una maglietta prodotta da un artigiano pavese con uno slogan contro la mafia.
«Questa maglietta è stata prodotta da un artigiano pavese; me l'ha consegnata come testimonianza di voler continuare a credere nella parte sana della politica. Insieme ai miei colleghi del Consiglio regionale, l'abbiamo indossata per dire che siamo in prima fila contro la mafia, come è sempre stata la Lega Nord e come ha dimostrato il grande lavoro di Roberto Maroni e che siamo dalla parte di cittadini, artigiani, lavoratori, famiglie ovvero di quella parte che sostiene la Lombardia e contribuisce a renderla eccellente.» Così ha commentato Angelo Ciocca, consigliere regionale pavese della Lega Nord.

maglietta contro la mafia


Giornata Anmil a Rivanazzano Terme

Giornata Anmil RivanazzanoDomenica 14 ottobre 2012 a Rivanazzano Terme si è svolto il consueto appuntamento dell'ANMIL, con la giornata dedicata alle vittime degli incidenti sul lavoro. La giornata commemorativa si è aperta con la messa in suffragio dei Caduti sul lavoro; si è poi proseguito con un corteo per le vie cittadine e con l'arrivo al teatro comunale per la Cerimonia Civile, il saluto delle Autorità convenute e i discorsi celebrativi alla presenza di Rappresentanti Istituzionali. Successivamente si è realizzata la consegna dei Brevetti e Distintivi d'Onore da parte dell'Inail. Ha partecipato all'evento anche il consigliere Angelo Ciocca che ha sottolineato: «La politica deve dare ai cittadini risposte e risultati concreti; il tema della sicurezza sul lavoro deve essere sempre una priorità


Sagra della zucca a Dorno

Sabato 13 e domenica 14 ottobre 2012 si è svolta l'ormai tradizionale sagra della zucca a Dorno, giunta alla nona edizione. L’evento è patrocinato, come nelle scorse edizioni anche dalla Regione Lombardia e Coldiretti Pavia. La novità di questa edizione è la completa gestione ecologica: tutte le posate, i piatti e i contenitori saranno in cellulosa, quindi smaltibili con i rifiuti umidi al 100%. Inoltre saranno presenti su tutta l’area della fiera contenitori per rifiuti differenziati, come plastica, carta, umido e rifiuti solidi. Presente all'evento anche il leghista Angelo Ciocca che ha sottolineato: «È una bella occasione di festa per le famiglie e una bella opportunità di promozione dei nostri prodotti tipici, genuini e di qualità che gli agricoltori coltivano, tramandando una tradizione importante. Complimenti a tutti gli organizzatori.»

Sagra della zucca a Dorno


Ufficio itinerante a Belgioioso

Ufficio itinerante a Belgioioso


Incontro a San Genesio con Matteo Salvini

Salvini

Salvini

Salvini


Caos Metropolitana coinvolge anche i pavesi

Ciocca: «La commissione visiti i luoghi dove si è verificato il panico. Si accertino le responsabilità»

In merito alla situazione che si è creata nelle stazioni milanesi della metropolitana a seguito dello sciopero di martedì 2 ottobre, è intervenuto il consigliere regionale della Lega Nord, Angelo Ciocca, anche in considerazione del fatto che molti pavesi utilizzano i mezzi pubblici milanesi per recarsi al lavoro e che per loro, distanti da casa, il disagio e' stato ancora maggiore.
«Ritrovarsi bloccati su un vagone della metropolitana per oltre un'ora, - spiega Angelo Ciocca - attendendo che i vigili del fuoco risolvano una situazione generata da un'interruzione del servizio, non è da Paese che si definisce civile. Se il diritto di sciopero è sacrosanto, più importante ancora però è la salvaguardia della sicurezza dei cittadini. Si sono verificati anche dei malori ma fortunatamente si è scampata la tragedia, ciononostante non si può fare a meno di prendere atto che le circostanze sono gravi. Inoltre non è accettabile che il Presidente di ATM, uomo da 260.000 euro annui, parli di "iella" per giustificare il caos generale che si è venuto a creare; devono emergere in modo chiaro tutte le responsabilità legate a questa vicenda. Per queste ragioni, come Lega Nord, ho ritenuto necessario chiedere alla commissione Territorio della Regione di svolgere un'audizione direttamente in ATM e di effettuare un sopralluogo nei posti dove si sono verificati i momenti di maggiore panico. Considerato che la Lombardia finanzia ATM con i soldi della collettività, ritengo sia assolutamente doveroso che i rappresentanti lombardi possano vedere i propri occhi e toccare con mano le criticità emerse nel corso dell'ultimo sciopero.»


Sanità: approvata mozione della Lega Nord

Ciocca: «Liste d’attesa online nella sanità lombarda»

Liste d’attesa online nella sanità lombarda. È la proposta del gruppo regionale della Lega Nord contenuta in una mozione approvata dal Consiglio Regionale.
«L'obiettivo che la mozione intende raggiungere – afferma Ciocca, consigliere regionale e membro della commissione sanità - è l’abbattimento dei tempi di attesa. Spesso le strutture si trovano oberate nonostante l'efficienza del personale. Per raggiungere questo traguardo, la Lombardia potrebbe inserire in internet, facilmente visibile da ogni computer, i tempi d’attesa di tutte le Strutture Accreditate e afferenti all’azienda sanitaria si Pavia. In questo modo l’utente viene indirizzato verso la struttura con il minor tempo di attesa, a tutto vantaggio del paziente e garantendo una migliore redistribuzione del carico di lavoro sui centri ospedalieri
«Lo scopo verrebbe reso possibile – continua Ciocca – dalla creazione di uno spazio dedicato sul portale web di Regione Lombardia o delle singole Aziende Sanitarie Locali, nel quale vengono evidenziati in tempo reale tutti i dati relativi alle liste di attesa delle strutture sanitarie presenti sul territorio lombardo
«Il tema della sanità - conclude Ciocca - è di grande importanza per i cittadini e colgo l'occasione per ringraziare tutto il personale che lavora nel settore


Nuova sede protezione civile a Pieve del Cairo

Nuova sede protezione civile a Pieve del Cairo


Inaugurazione del nuovo oratorio di Garlasco

Domenica mattina 30 settembre si è svolta l'inaugurazione dell'oratorio di Garlasco, realizzato anche con un contributo regionale di 300.000 euro. Ha partecipato all'evento anche il consigliere regionale Angelo Ciocca che ha sottolineato: «Con questa occasione si aprono le porte del nuovo oratorio di Garlasco, un luogo sano e piacevole in cui i ragazzi della zona possono recarsi per trascorrere ore di svago. Regione Lombardia ha assegnato un contributo per la realizzazione di questo spazio, dimostrando di essere vicino alla nostra realtà territoriale

oratorio Garlasco


Partita di calcetto Parroci e Politici all'oratorio di Garlasco per la pre-inaugurazione del nuovo oratorio

Si è disputata martedì sera 25 settembre presso il nuovo oratorio di Garlasco , che verra' inaugurato domenica mattina, la partita di calcetto dei parroci e dei politici.
Si è aggiudicata la vittoria la squadra dei parroci con 11 goal contro 6.
Ha partecipato all'evento il consigliere regionale Angelo Ciocca che ha sottolineato «Con questa simpatica occasione si aprono le porte del nuovo oratorio di Garlasco, un luogo sano e piacevole in cui i ragazzi della zona possono recarsi per trascorrere ore di svago. Regione Lombardia ha assegnato un contributo per la realizzazione di questo spazio, dimostrando di essere vicino alla nostra realtà territoriale

partita oratorio Garlasco


Giornata della protezione civile a Rivanazzano

Domenica 23 settembre a Rivanazzano si è tenuta la Prima Giornata della protezione civile. I gruppi e le associazioni hanno partecipato numerosi; nell'area verde del Parco Brugnatelli erano schierati anche i mezzi della Protezione Civile.
Presente il consigliere regionale Angelo Ciocca che ha rivolto un plauso a tutti i volontari e a tutti i gruppi della Protezione Civile, che con altruismo e coraggio, si prodigano per la sicurezza a 360 gradi della popolazione.

Giornata della protezione civile a Rivanazzano


Salami d'autore a Salice Terme

Nella bella cornice della Rocca di Montalfeo di Salice Terme si è svolta l'annuale manifestazione "Salami d'autore" della Confraternita Pegaso. L'evento intende promuovere la genuinità del salume oltrepadano per eccellenza. Il consigliere regionale Angelo Ciocca, presente durante la premiazione del miglior salame, ha sottolineato: «Complimenti agli organizzatori che con grande passione si dedicano alla promozione di uno dei nostri prodotti tipici più apprezzati. La genuinità e la bontà dei prodotti della nostra terra meritano un plauso, un assaggio e sicuramente l'acquisto

Salami d'autore
Salami d'autore

Ufficio itinerante a Vigevano

Venerdì 21 settembre in Piazza Ducale a Vigevano è arrivato l'ufficio itinerante regionale, un'iniziativa avviata a giugno dal consigliere regionale della Lega Nord, Angelo Ciocca e finalizzata ad avvicinare l'ente pubblico ai cittadini. Spiega Ciocca: «È un modo per permettere a tutti di chiudere un'informazione, segnalare un'esigenza a due passi da casa. In Lomellina abbiamo già raggiunto Garlasco e Mortara e proseguiremo con Gambolò e Gravellona Lomellina entro dicembre. Ringrazio tutti i militanti che quotidianamente sono sul territorio con impegno e passione

vigevano


Consegna della maglietta al Ministro Balduzzi

Casale Monferrato, Teatro Comunale – Come promesso, il consigliere regionale Angelo Ciocca ha consegnato la maglietta "Ilva bonificata, Broni dimenticata" al Ministro della Sanità Balduzzi.
«Una consegna pacifica - ha sottolineato Ciocca - per dire che il Nord non vale meno del Sud e per porre l'attenzione, ancora una volta, sull'emergenza amianto a Broni. Il Nord aspetta le risorse promesse
Venerdì scorso il consigliere leghista aveva avviato una raccolta firme a Broni, paese toccato dalle moltissime morti per amianto, per unirle alla bolla di consegna della maglietta a Balduzzi.

Consegna maglietta


Partita del cuore a San Martino Siccomario

Medici e trapiantati

Partita del cuore a San Martino Siccomario

Partita del cuore a San Martino Siccomario

Partita del cuore a San Martino Siccomario


Centenario del Ponte della Becca,
costruito per aiutare il lavoro vero

Per trasportare l'uva dall'Oltrepo

Centenario ponte della becca


Festa patronale a Sannazzaro de' Burgundi

Vicino ai nostri comuni

Festa patronale a Sannazzaro de' Burgundi


Ilva Bonificata, Broni Dimenticata
Il Nord non ci sta

Broni dimenticataÈ il testo che compare su di una maglietta che verrà consegnata al Ministro della Sanità Balduzzi. Venerdì 14 settembre il consigliere regionale Angelo Ciocca ha organizzato un presidio a Broni, nella piazza principale del paese, per raccogliere le firme del territorio per la bolla di consegna della maglietta.
«Con questa pacifica azione – dichiara Cioccasi vuole esprimere la voce di un territorio che si sente dimenticato di fronte a un problema importante come quello delle morti causate dall'amianto
La consegna della maglietta avviene dopo che il Ministro Balduzzi, giunto a Broni ad aprile, aveva promesso di dare risposte concrete per la bonifica ma ad oggi ancora nulla si è mosso.
«Deve essere chiaro – commenta Ciocca – che l'emergenza della bonifica di Broni non vale meno dell'emergenza Ilva. Il Nord non vale meno del Sud
L'amianto di Broni ha già mietuto centinaia di vittime, si parla di almeno 700 persone, ma potrebbero essere molte di più se si pensa che per chi è deceduto prima degli anni Novanta è difficile documentare la presenza del mesotelioma o dell’asbestosi. Ogni giorno purtroppo il numero aumenta, allungando drammaticamente l'elenco di chi è stato colpito dalla malattia.
«È indispensabile sensibilizzare il Governo – conclude il consigliere leghista – per far sì che ci siano le risposte concrete che sono state promesse al territorio

Broni dimenticata
Broni dimenticata

Inaugurazione della nuova rotatoria di San Genesio

Più sicurezza e miglior viabilità;
i lavori non hanno comportato spese per il comune

Rotatoria S. Genesio
Rotatoria S. Genesio

Gazebo Lega Nord di Vistarino

Sempre vicino ai problemi del territorio

Gazebo Lega Nord di Vistarino


Festa dell'uva a Broni

Domenica 9 settembre Broni si è svolta la festa dell'uva, l'ormai tradizionale appuntamento che richiama visitatori da tutta la provincia.
Non è mancato il consigliere regionale Angelo Ciocca che ha dichiarato: «Partecipo con piacere al consueto appuntamento, un'occasione per promuovere il nostro buon vino e per passare una giornata in famiglia. La Regione è vicino alle manifestazioni che valorizzano i nostri prodotti locali, con azioni di difesa del Made in Italy, sinonimo di qualità e con bandi a cui i viticoltori possono accedere».

Festa dell'uva a Broni


Sagra del riso di sant'Alessio

L'assessore all'agricoltura De Capitani ha partecipato alla XXIVª sagra del riso di Sant'Alessio con Vialone che celebra la qualità del riso omonima, nata all'inizio del Novecento.
Il consigliere regionale Angelo Ciocca, presente alla giornata e alla tavola rotonda, ha sottolineato: «Sostenere le nostre produzioni tipiche, la qualità dei nostri prodotti e la genuinità dei sapori locali è un compito importante. La Regione Lombardia, attraverso appositi bandi, aiuta i giovani agricoltori e il funzionamento delle aziende agricole della provincia per far sì che nell'attuale momento di crisi non si perda questa importante parte dell'economia locale».

Sagra del riso di sant'Alessio


Inaugurazione scuola primaria a Varzi

Sabato 8 settembre è stata inaugurata la scuola primaria di Varzi che, con la ristrutturazione, ha nuovi spazi funzionali e adatti alle esigenze tecnologiche; i lavori sono stati eseguiti anche grazie a un contributo di Regione Lombardia.
I bambini e i genitori, pronti all'avvio del nuovo anno scolastico, non hanno mancato all'appuntamento. Presenti il sindaco di Varzi e l'amministrazione comunale, il dirigente dell'ufficio scolastico provinciale, il consigliere regionale Angelo Ciocca che ha sottolineato: «Complimenti all'amministrazione che si prodiga per dare servizi di qualità. La scuola è un luogo in cui i bambini e i ragazzi trascorrono molto tempo della loro giornata e dunque è importante assicurare spazi confortevoli e adatti alle attuali esigenze di studio e di formazione».

Inaugurazione scuola a Varzi
Inaugurazione scuola a Varzi

Sportello informativo a Casorate Primo

7 settembre: ricomincia il punto di ascolto itinerante
per uscire dai palazzi ed essere vicino al territorio

Casorate Primo


Mercatino Confesercenti a Pavia

Vicino al piccolo commercio fatto di qualità e di sorrisi

Mercatino europeo
mercatino2012

Donare il sangue, Salvini e Ciocca
in campo per la sensibilizzazione

Ciocca e SalviniPresso la sede Avis di Lambrate (Milano), Matteo Salvini e il consigliere regionale pavese Angelo Ciocca non hanno voluto mancare ad una donazione di sangue. Si e' voluto sensibilizzare sull'importanza di questo gesto e ricordare che il mese di agosto, appena trascorso, è il momento più difficile per la donazione del sangue, ma i malati e gli ospedali non chiudono per ferie.
Commenta il consigliere Ciocca: «Sono tante le sedi avis presenti in provincia di Pavia, animate da persone volenterose e altruiste e colgo l'occasione per rimgraziarle. Donare il sangue è importante non solo perchè è un gesto di altruismo e solidale, ma anche perchè ogni anno gli enti preposti devono rivolgersi all'estero per poter avere a disposizione la quantità necessaria, con spese aggiuntive per il sistema sanitario. Spese che potrebbero essere utilizzate per altri servizi se chi è in buona salute, ha i requisiti di età e di peso necessari prendesse questa ottima abitudine di donare il sangue».


Pranzo con gli agricoltori a Vigevano

Pranzo con gli agricoltori a Vigevano


Inaugurazione dell'asilo di San Genesio

Inaugurazione asilo
Inaugurazione asilo

55 mila euro dalla Regione per il teatro di Garlasco

È stata approvata in questi giorni la graduatoria del bando regionale "Fondo di rotazione per la ristrutturazione e l'adeguamento tecnologico di sale da destinare ad attività di spettacolo."
Al comune di Garlasco arriveranno quasi 55.000 euro per il Teatro Martinetti, che oggi può ospitare fino a 255 spettatori. Il consigliere regionale Angelo Ciocca commenta: «Le risorse stanziate dalla Regione servono per sostenere i comuni con sale di spettacolo e teatri che necessitano di ristrutturazione. Sono fondi rilevanti sia perchè arrivano in un momento di generale crisi sia perchè sono finalizzati a un servizio per la cittadinanza. I teatri, come quello di Garlasco, rappresentano un patrimonio di storia e sono un punto di riferimento per il paese, con queste risorse la Regione contribuisce a mantenerli in vita».
Il comune di Garlasco ha presentato richiesta di finanziamento nel febbraio scorso e qualche giorno fa è arrivata la buona notizia di un contributo regionale di 55.000 euro, di cui quasi 14.000 a fondo perduto e il restante a finanziamento agevolato. La documentazione per la domanda di contributo, coordinata dall'architetto Petullo, è stata ben predisposta e redatta in modo puntuale dagli uffici. Il sindaco Farina sottolinea: «Le risorse che arriveranno dalla Regione sono senza dubbio importanti; Garlasco è un bel paese a cui vogliamo assicurare servizi di qualità. Con l'occasione ringrazio il consigliere regionale Ciocca». «In qualità di assessore alla cultura - continua Giuliana Braseschi, vicesindaco e assessore - ho accolto con piacere la notizia che con Decreto del Direttore Generale Istruzione, formazione e Cultura del 7 agosto 2012, n. 7198, Regione Lombardia ha concesso al Comune di Garlasco un finanziamento (bando di cui al d.d.s. 9/11/11, n. 10373) per il rifacimento della copertura. In effetti il nostro teatro aveva da anni una criticità riguardante la copertura dell’immobile che ci preoccupava e che se non “messa a norma”, a lungo andare, avrebbe potuto pregiudicare l’attività artistica e culturale. Come Amministrazione siamo veramente lieti di poter accedere al finanziamento e mettere in sicurezza il Teatro, ringraziando quanti, politici e funzionari, hanno permesso il raggiungimento dell’obiettivo».
Le risorse sono finalizzate al rifacimento della copertura del Teatro che necessita di un intervento di sistemazione e che oggi è in eternit. Il Martinetti risale all'Ottocento; del 1833 le prime notizie storiche ufficiali. Il Teatro fu intitolato a Francesco Martinetti, discendente di una famiglia locale che si era prodigata per la realizzazione dell'edificio culturale, ferito durante i conflitti della Prima Guerra Mondiale e deceduto in giovane età.


Le bollicine della Coca Cola
mettono in difficoltà il Governo Monti

Non era così improbabile che il Governo Monti fosse in disaccordo sul decreto sanità' e in particolare sulla tassa riguardante le bibite gassate; l'incoerenza è già alla base se si pensa che lo stesso Monti è stato consigliere della Coca Cola. È come dire che il consulente di un'azienda decida di tassare i prodotti della stessa azienda per cui lavora. Difficile da credere... addirittura, se vale il detto che a pensar male si fa peccato ma spesso si indovina, verrebbe da dire che si vuole creare il problema per vendere la soluzione. Prima voglio tassarti, poi ti dimostro che non ti tasso più. Un provvedimento tanto importante come quello che riguarda la sanità dovrebbe essere trattato con uno spirito diverso, avendo davvero come priorità la salute dei cittadini.
A breve avremo probabilmente anche la tassa sull'ossigeno e dunque saremo indotti a respirare poco, con buona pace di chi vorrebbe fare credere che la salute passi dalle bibite gassate e non dalla possibilità di curarsi dignitosamente, magari lasciandoci qualche possibilità economica e, con essa, anche una maggior serenità psicologica.

Angelo Ciocca
Consigliere regionale
Gruppo Lega Nord


Monti, a capo di uno stato centralista
va in ferie in uno stato federale...

Mi unisco alla riflessione di molti cittadini sulle ferie in Svizzera di Monti e sottolineo pure che un rappresentante del Governo che lavora in uno stato centralista va a riposare in uno stato federale.
Certo ci saremmo aspettati che in un momento di generale crisi per l'Italia, con i cittadini e le imprese subissati da tasse e balzelli imposti proprio dal Governo Monti, lui desse il buon esempio e scegliesse una meta italiana per le sue vacanze. Ma oltre a questo sorge spontanea la constatazione iniziale: un capo di un Governo che legifera e tassa in modo centralista va in ferie in uno Stato federale... Dunque lo stesso Monti, scegliendo tale luogo, ha riconosciuto la qualità della vita di uno stato federale. In effetti in Svizzera le decisioni che riguardano il territorio vengono prese sul territorio, gli stipendi sono più alti, la tassazione non mette in ginocchio imprese e lavoratori, le infrastrutture e i servizi sono efficienti.
Speriamo almeno che Monti abbia potuto toccar con mano come funzionano le cose in uno Stato federale e che, ritemprato dalla brezza svizzera, prenda spunto per continuare il percorso del federalismo voluto dalla Lega Nord e immediatamente congelato al suo arrivo.

Angelo Ciocca
Consigliere Regione Lombardia
Gruppo Lega Nord


Passa in Regione la mozione-Ciocca
contro la chiusura dei nostri Tribunali

A Vigevano e Voghera raccolte in pochi giorni più di millecinquecento firme contrarie al provvedimento del Governo Monti

Regione Lombardia si schiera contro la chiusura dei Tribunali di Vigevano e Voghera, stabilita dal Governo Monti. E' stata infatti appena approvata in consiglio regionale una mozione finalizzata ad ottenere dal Governo la prosecuzione delle attività giudiziarie di tutti gli uffici dei tribunali lombardi. Ad illustrare il documento il primo firmatario dell’iniziativa, il consigliere regionale pavese della Lega Nord, Angelo Ciocca.
«Abbiamo voluto alzare forte la voce del territorio - ha detto Ciocca - contro una decisione burocratica e ingiusta. La nostra non vuole essere una risposta localistica, ma deriva dalla profonda conoscenza del territorio della provincia, che chiede una forte azione di difesa della legalità, possibile solo con la prosecuzione dei lavori degli attuali uffici dei tribunali di Vigevano e Voghera».
A sostenere la mozione di Ciocca, nell’aula del Pirellone, c’erano, idealmente, anche gli oltre 1.500 cittadini di Vigevano e Voghera che in appena due giorni hanno firmato a favore della mozione presentata dalla Lega Nord contro l’abolizione dei due Tribunali provinciali.
«La chiusura decisa dal Governo Monti – spiega Ciocca - porterebbe disagi ai cittadini e maggiori costi per le famiglie. Non è da trascurare il fatto che la “fine” dei due Tribunali rappresenta uno stop anche all’indotto che ruota intorno ai due palazzi di giustizia, tra l’altro in un periodo di grave crisi economica. Non bisogna dimenticare – continua l’esponente del Carroccio pavese – che la chiusura dei Tribunali di Vigevano e Voghera non porterà a nessun risparmio di risorse pubbliche perché a Pavia non esiste una sede per ospitare tutti i dipendenti che arriverebbero dai Tribunali di Vigevano e Voghera. Si spenderebbe così di più per affittarne un’altr».
Con la presa di posizione della Lombardia, alla quale a breve si assoceranno altre Regioni, si riapre probabilmente la partita della chiusura dei Tribunali.

mozione chiusura tribunali

(nella foto i magistrati del Tribunale di Voghera accolgono
il consigliere Angelo Ciocca che ha presentato la sua mozione)


Sportello informativo a Mortara

Ciocca a Mortara

Ciocca a Mortara


Raccolta firme contro la chiusura
dei tribunali di Vigevano e di Voghera

Raccolta firme contro la chiusura dei tribunali di Vigevano e Voghera


Allargamento della Strada Provinciale 50
a Vidigulfo

Inaugurazione sp50
Inaugurazione sp50

Ambiente – Bonifica amianto:
commissione approva progetto di legge

Ciocca: «Massima attenzione su gestione amianto
e aspetti sanitari correlati»

Approvato oggi all’unanimità dalla VI Commissione Ambiente il progetto di legge n. 56 che mira a modificare e integrare la legge 17/2003 relativa al risanamento dell’ambiente, bonifica e smaltimento dell’amianto. In merito è intervenuto il consigliere regionale della Lega Nord, Angelo Ciocca.
«Non posso che esprimere piena soddisfazione – afferma Cioccaper l’unanime approvazione di questo progetto di legge che si propone di migliorare l’attuale normativa regionale sulla gestione dell’amianto e degli aspetti sanitari inerenti. Si tratta di un testo che è il risultato di un lungo lavoro ma che darà certamente buoni frutti. In primo luogo la legge pone l’attenzione sulla necessità di promuovere politiche di sostegno per l’assistenza dei soggetti esposti all’amianto e colpiti da malattie asbesto-correlate, anche attraverso studi epidemiologici e un percorso di sorveglianza sanitaria. Al fine di ottimizzare l’assistenza ai pazienti la Regione dovrà inoltre, una volta approvata la normativa, individuare le aree di maggiore criticità nelle quali è accertata una incidenza di mortalità per le malattie causate dall’esposizione all’amianto. Le modifiche approvate hanno poi l’obiettivo di favorire la sostituzione di manufatti contenenti amianto con sistemi ecologici o con coperture fotovoltaiche. Il progetto di legge ridefinisce infine con chiarezza le procedure per lo smaltimento dell’amianto, concordando i compiti dei cittadini con le funzioni di controllo dei Comuni e delle ASL. Ora l'iter di approvazione proseguirà in Consiglio regionale».


Congresso Lega Nord ad Assago

Lega-Nord-ad-Assago


Assistenza sanitaria per i turisti
nell'Oltrepò montano

La Regione ha approvato ore aggiuntive per il servizio di assistenza sanitaria nelle località dell'oltrepo montano, considerate di particolare afflusso turistico, ovvero Salice Terme, Rivanazzano, Brallo, Pietragavina di Varzi, Pian del Poggio a Santa Margherita Staffora. Dal mese di luglio al mese di settembre, dunque, l'assistenza sarà potenziata di 650 ore.
Il consigliere Angelo Ciocca ha sottolineato: «La Regione dimostra la vicinanza al nostro territorio, comprendendone le esigenze. Aumentare le ore dell'assistenza sanitaria nelle località turistiche che hanno maggior afflusso vuol dire garantire un sevizio di qualità, fondamentale quando si parla di salute, ai visitatori ma anche permettere il funzionamento ottimale delle strutture sanitarie per i residenti, assicurando loro un'assistenza sanitaria sempre di livello eccellente».


Inaugurazione di un nuovo ambulatorio polispecialistico pediatrico a Pavia

inaugurazione ambulatorio Pavia

Inaugurato a Pavia un nuovo centro polispecialistico pediatrico da COOPERA ONLUS, impresa sociale con più di 600 dipendenti. Il nuovo poliambulatorio si trova in viale Venezia 2 ed è convenzionato con il San Matteo. La finalità è quella di offrire un servizio aggiuntivo alla città.
All'inaugurazione era presente il consigliere regionale Angelo Ciocca che ha sottolineato: «Quando si parla di salute e, come in questo caso, di quella dei bambini, ogni struttura di qualità che si crea sul territorio è fondamentale. Rivolgo un plauso a coloro che hanno realizzato questo centro e che hanno scelto creare un servizio importante».


In visita all'azienda Macchine Agricole Repossi
a Casorate Primo

Ciocca presso Macchine Agricole Repossi


Visita alla corte dell'oca a Mortara

Visita alla Corte dell'oca a Mortara

Entrare nelle realtà produttive del territorio
vuol dire far sentire la vicinanza di Regione Lombardia
in un momento di generale difficoltà.
Le aziende locali sono il vero motore economico
Angelo Ciocca


EXPO 2015
Audizione V Commissione Consiliare
Regione Lombardia

Expo 2015

Scarica qui il file in formato pdf pdf


La Regione in piazza... sotto casa tua

Ciocca: «Fuori da Palazzo e tra la gente»

Angelo CioccaLa Regione Lombardia arriva nelle piazze dei paesi della nostra provincia. L'idea è del consigliere regionale Angelo Ciocca che ha allestito un ufficio itinerante che farà tappe diverse tutti i venerdì pomeriggio.
Per i mesi di giugno e luglio, settembre, ottobre, novembre chi avrà bisogno di un'informazione che riguarda la Regione, chi vuole segnalare un' esigenza potrà avere a due passi da casa un punto informazioni.
Ciocca spiega: «In un momento di generale difficoltà sarebbe assurdo amministrare solo stando dentro ai Palazzi; stare tra la gente è un modo sia per far sentire sia la vicinanza delle istituzioni sia per offrire un servizio al cittadino che ha bisogno di informazioni su bandi, attività regionali. Spesso gli enti vengono percepiti troppo distanti dal cittadino, portare un ufficio itinerante nelle piazze dei nostri paesi aiuta anche ad eliminare alcune diffidenze».
L'iniziativa è partita da Casei Gerola venerdì 15 giugno, ma il calendario degli appuntamenti prevede già la tappa di Garlasco il 22 giugno. Pavia, Salice Terme, Miradolo Terme, Mortara, Stradella, Casorate Primo, Broni saranno i successivi appuntamenti.Per i mesi di giugno e luglio, con ripresa nel mese di settembre chi avrà bisogno di un'informazione che riguarda la Regione, chi vuole segnalare un' esigenza potrà farlo.
È possibile informarsi sulle date tramite questo sito.


Convegno alla sala merci di Mortara
sulla Banca di Credito Cooperativo di Vigevano, inaugurata l'anno scorso a Vigevano

Angelo Ciocca e MArco Facchinotti
Angelo Ciocca e MArco Facchinotti

Lombardia – Riscossione tributi

Ciocca: «La Lombardia costituisca una propria agenzia
di riscossione dei tributi che sostituisca Equitalia»

Approvata mozione della Lega Nord in Consiglio regionale sulla costituzione di un ente regionale alternativo ad Equitalia per la riscossione dei tributi in Regione Lombardia. Nel merito è intervenuto consigliere regionale Angelo Ciocca
«La Lega Nord ha voluto presentare questa mozione – spiega Ciocca  – perché siamo coscienti che i metodi utilizzati da Equitalia per il recupero dei crediti degli Enti locali e dello Stato sono, in molti casi, vessatori e non distinguono affatto chi volutamente evade le imposte da coloro che, e sono tanti, a causa della crisi economica sono in oggettiva difficoltà. Nel concreto si tratta di un fenomeno che interessa milioni di cittadini che, in una situazione drammatica per la nostra economia, vengono ulteriormente gravati da procedure inique ed eccessivamente vessatorie che non tengono conto delle situazioni individuali. Oltre a ciò bisogna dire che lo Stato quanto deve riscuotere dei crediti si comporta in maniera diametralmente opposta rispetto a quando deve pagare i propri debiti verso cittadini e aziende: in un caso infatti i tempi sono ristrettissimi e se non vengono rispettati le sanzioni che ne derivano sono spropositate, nell’altro invece si devono attendere addirittura degli anni prima che i beneficiari possano incassare i quattrini che gli spettano. Proprio per queste ragioni, guardando anche l’esempio del Piemonte dove è al vaglio un progetto simile, abbiamo deciso di proporre l’istituzione di un’agenzia regionale di riscossione dei tributi. Nel concreto si tratterebbe di creare un ente alternativo ad Equitalia in grado di applicare interessi moratori inferiori rispetto a quelli attuali che ad oggi possono raggiungere anche il 9%, una percentuale vicina allo strozzinaggio. La mozione che abbiamo approvato oggi – conclude Ciocca – chiede al Presidente e alla Giunta di attivarsi per verificare la fattibilità del progetto e di farsi portatori di queste istanze di fronte al Governo nazionale».


Manifestazione Saxbere a Golferenzo. Enogastronomia e prodotti tipici

Angelo Ciocca


Al congresso della Lega Nord di Bergamo

Filippo Musti e Angelo Ciocca


Premiazione della gara "Gran fondo dell'Oltrepò"

Ciocca premiazione


Regione Lombardia Commissione Sanità

Ciocca: «Iniziative contro gli allevamenti di animali
per la sperimentazione scientifica»

Predisporre incentivi e adeguate misure per favorire l’abbandono dell’utilizzo degli animali per la ricerca scientifica e il divieto di allevare scimmie, cani e gatti per le sperimentazioni sono le finalità di un importante documento a cui si sta lavorando nella Commissione Sanità di Regione Lombardia.
Commenta il consigliere Angelo Ciocca, componente della Commissione Sanità: «Stiamo lavorando a questo provvedimento in quanto le nuove tecnologie potrebbero contribuire ad evitare l’uso di animali, anche cani e gatti, per la sperimentazione scientifica. Inoltre la sperimentazione sugli animali non sempre garantisce risultati attendibili, in particolare nell’individuazione degli effetti collaterali dei farmaci. È fondamentale andare verso metodi di ricerca che mettano in primo piano la salvaguardia della vita degli animali, senza diminuire l’impegno e i risultati della ricerca».


Rally 4 Regioni

Nel 1969 iniziava i suoi primi passi la manifestazione che due anni dopo sarebbe diventato il "Rally 4 Regioni" e che oggi ha la sua dimora a Salice Terme. Alla partenza del 18 del 25 maggio non hanno voluto mancare il consigliere Regionale Angelo Ciocca e il senatore Roberto Mura.

Ciocca e Mura


Gazebo a San Genesio

Gazebo a San Genesio


Serata a valeggio con l'alpino Luca Barisonzi

Serata a valeggio con l'alpino Luca Barisonzi


Moto raduno a Scaldasole
per la "Fiera di primavera"

Moto raduno a Scaldasole

Moto raduno a Scaldasole
Moto raduno a Scaldasole

 


Convegno in questura a Pavia
sul tema antiricicliaggio

Convegno in questura a Pavia sul tema antiricicliaggio


Visita alla cantina Torrevilla

Ciocca alla cantina Torrevilla

Il consigliere regionale Angelo Ciocca ha visitato le cantine di Torrevilla a Codevilla, nell'Oltrepo pavese.
Erano presenti anche Emanuela Pastore, consigliere del comune di Voghera e Michela Sala, consigliere della Provincia di Pavia.
«La Regione vuole essere vicino al territorio - commenta Ciocca - e alle aziende locali. La viticoltura, che vanta una tradizione antica, rappresenta una parte importante per l'economia del territorio, per questo la Regione apre bandi che possono dare un sostegno concreto alle nostre aziende e alla valorizzazione del settore della viticoltura. Mi congratulo con i soci della cantina di Torrevilla che da anni promuovono con passione e professionalità il vino della nostra terra».


Partita di beneficenza
per l'associazione "Amici di Erika"

Il consigliere regionale Angelo Ciocca ha partecipato alla partita di beneficenza della polizia stradale di Binasco.
Ciocca per Amici di Erika "Binasco in campo per la solidarietà" è il titolo del triangolare di cui sono state protagoniste la squadra degli opinionisti tv, quella degli artisti e quella della polizia stradale.
L'intero ricavato di oltre 17.000 euro è stato devoluto all'associazione "Amici di Erika" che sostiene i bambini ammalati di osteopetrosi, una malattia ereditaria che affligge l'osso. È l'unica associazione in Italia ad essere dedicata a questo problema, è stata fondata nel 2004 dai genitori di una bambina di 7 mesi affetta dalla malattia.
Grazie alla partita di beneficenza si donerà un'apparecchiatura medica per la diagnosi della malattia. Ciocca ha commentato: «Ho partecipato con piacere a questa partita che ha avuto una finalità importante, quella di dedicare attenzione a questa malattia rara, poco conosciuta e che riguarda per lo più i bambini. Ringrazio gli organizzatori che hanno voluto ricordare il valore della solidarietà».


I borghi più belli

In Regione Lombardia, nella V commissione Territorio si sta lavorando al nuovo progetto di legge che riguarda i Borghi più belli d'Italia di cui fanno parte tre località dell'Oltrepo: Zavattarello, Fortunago e Porana.
«Si tratta – spiega Angelo Ciocca, consigliere regionale della Lega Nord e componente della V commissione – di una legge che riguarda i luoghi più belli del nostro territorio al fine della valorizzazione storica e turistica. Sono già tre i borghi dell'Oltrepo a cui è stato assegnato il riconoscimento e che si sono dedicati alla conservazione del patrimonio storico, tradizionale e paesaggistico. Nel nostro territorio e' ancora molto forte il radicamento al territorio di origine. I borghi lombardi sono luoghi della cultura talmente radicati nei saperi e nelle tradizioni locali da costituire un grande giacimento sociale ed economico che è alla base dello stesso senso di appartenenza alla stessa regione».
Nelle prossime settimane si proseguirà con l'iter del progetto di legge e si svolgeranno altri incontri.


Inaugurazione eco museo a Belgioioso sabato 19 maggio 2012

Inaugurazione ecomuseo


In un momento in cui leggiamo che dopo 10 anni dall'entrata in vigore dell'euro il potere d'acquisto delle famiglie è di quasi il 30% in meno, in cui nonostante tasse e balzelli del Governo Monti apprendiamo che il debito pubblico è salito di quasi 50 miliardi negli ultimi 3 mesi, in cui emerge che il carrozzone europeo costa ad ogni cittadino 270 euro all'anno, appare chiaro, finalmente a tutti, che la politica dell'euro e dell'Europa hanno fallito. C'era e c'é un'unica strada. Qualcuno la definisce Fiducia, io la chiamo Federalismo, unica strada per la sopravvivenza. Non è più tempo di trascinare carrozzoni statali, centralisti ed europei (forse non tutti sanno che l'Italia dà all'Europa più di quanto riceve e che il credito con l'Europa è oltre i 30 miliardi di euro), ma è arrivato il momento di non perdere altro tempo per l'avvio del federalismo, che vuole eliminare sprechi dovuti al governo centralista, lungaggini e vuole dare a Cesare quello che è di Cesare... Proprio in questi giorni la Lega Nord ha presentato una mozione in consiglio regionale che invita Monti a riferire in merito allo stato d’attuazione del Federalismo fiscale, unica via per governare gli sprechi ed evitare le ingiustizie tra chi produce e paga e chi riceve i nostri soldi. Evidentemente a qualcuno, a Roma, ha fatto comodo fermare l'attuazione di una riforma che prevede costi standard per tutte le regioni e soprattutto da' agli enti locali, quelli vicino ai problemi del territorio, maggior autonomia nella gestione delle risorse. Solo tenendo le nostre risorse sul territorio potremo avere i servizi che ci spettano e solo avvicinando l'ente del prelievo a quello di spesa potremo gestire davvero responsabilizzare, ridurre gli sprechi, incanalare nelle giusta direzione i nostri soldi. Da un lato, infatti, ci sono i nostri sindaci che non hanno risorse per i servizi ai cittadini, dall'altro c'è un governo centrale che continua a chiedere soldi senza dare nulla in cambio.

Angelo Ciocca
Consigliere Regione Lombardia
Lega Nord


Angelo Ciocca (Lega Nord):
«Da Regione Lombardia le risorse
per combattere le truffe agli anziani»

Sono in aumento in provincia di Pavia e in tutta la Lombardia gli anziani vittime di truffe e di furti nelle loro abitazioni o lungo le strade, all’uscita dalla banca o dalla Posta. Per portare a termine i colpi, i malviventi non esitano a spacciarsi per operai dell’Asm, funzionari dell’Aler o dell’Enel o anche per dipendenti comunali che si occupano di rifiuti.
Per contrastare questo triste fenomeno, Regione Lombardia ha predisposto un bando rivolto a Comuni, Province, Università ed Associazioni, che stabilisce criteri e modalità per l’assegnazione di risorse pubbliche. Gli enti che saranno ritenuti finanziabili potranno così promuovere incontri formativi, informativi e culturali: serviranno a prevenire i raggiri alle persone sole e indifese.
Per realizzare questi eventi, ciascun ente lombardo avrà a disposizione uno stanziamento tra i 2.000 e i 15.000 euro.
Il finanziamento regionale (le domande dovranno essere presentate entro il 22 giugno 2012) non sarà in ogni caso superiore all’80% dell’importo effettivamente sostenuto, rendicontato e quietanzato (Iva ed altri oneri inclusi).
Il consigliere regionale della Lega Nord Angelo Ciocca ha commentato favorevolmente la decisione del “Pirellone”: «Seppure in un contesto finanziario di grande ristrettezza – ha detto l’esponente del Carroccio – trovo estremamente importante che Regione Lombardia abbia trovato questi fondi da destinare ai più deboli ed è un motivo di orgoglio essere stato tra i sostenitori dell'iniziativa».
Nel bando sono ben precisati i progetti finanziabili: oltre che per la realizzazione di eventi informativi, sono previste risorse anche per assistenza di tipo materiale (con particolare riferimento all'accesso ai servizi sociali e territoriali in favore della popolazione anziana vittima di reati) e per soccorso, cura e aiuto psicologico in favore della popolazione più debole colpita da raggiri.


Lombardia – Federalismo fiscale

Ciocca: «Monti venga a riferire in Lombardia
sul Federalismo fiscale»

Approvata dal Consiglio regionale mozione della Lega Nord sull’attuazione del Federalismo fiscale. Nel merito è intervenuto Consigliere regionale del Carroccio, Angelo Ciocca.
«Esprimo soddisfazione – spiega Cioccaper l’approvazione della mozione che il nostro Movimento ha presentato in Aula e che invita Monti a riferire in merito allo stato d’attuazione del Federalismo fiscale. Purtroppo in questo mesi abbiamo avuto conferma che i timori espressi fin da subito dalla Lega Nord erano fondati. C’è da dire che i segnali non mancavano: la scomparsa del Ministero per il Federalismo, ad esempio, è stato il primo campanello d’allarme sulle reali intenzioni di questo Governo. L’imposizione agli Enti territoriali di versare tutte le loro risorse nella Tesoreria unica dello Stato, nascosta nel pacchetto liberalizzazioni, è stata poi la conferma finale della natura centralistica dell’Esecutivo. A questo punto vorremmo che si mettessero le cose in chiaro una volta per tutte e che il Governo dicesse ai rappresentanti della Lombardia cosa ha intenzione di fare con la riforma federale, unica strada per governare gli sprechi ed evitare le ingiustizie tra chi produce e paga e chi riceve i nostri soldi. Evidentemente a qualcuno, a Roma, ha fatto comodo fermare l'attuazione del federalismo che prevede costi standard per tutte le regioni e soprattutto da' agli enti locali, quelli vicino ai problemi del territorio, maggior autonomia nella gestione delle risorse. Solo tenendo le nostre risorse sul territorio potremo avere i servizi che ci spettano e solo avvicinando l'ente del prelievo a quello di spesa potremo gestire davvero gli sprechi e incanalare nelle giusta direzione i nostri soldi».


Gazebo Lega Nord a Siziano: tra la gente

Ciocca gazebo Siziano


Inaugurazione a Garlasco
del nuovo comando di polizia locale

 


Al castello di Pieve del Cairo
con il giornalista Carlo Rossella

Ciocca e Rossella


Consiglio Regionale: approvata la mozione
contro il gioco d’azzardo

Ciocca: «Sostegno alla prevenzione delle patologie
derivanti dal gioco. Accesso alle slot machines
solo mediante il codice fiscale”

Un forte impegno di Regione Lombardia contro il gioco d’azzardo. Lo prevede una mozione della Lega Nord approvata oggi all’unanimità dal Consiglio Regionale. In merito è intervenuto il consigliere Angelo Ciocca.
«Il gioco d’azzardo nel nostro Paese – spiega Cioccasta assumendo connotati sempre più preoccupanti, coinvolgendo un numero sempre maggiori di giocatori fra cui viene a svilupparsi una percentuale via via più alta di soggetti con disturbi patologici. In Italia l’industria del gioco è per fatturato la quinta impresa. Ogni anno sono più di 28 milioni i giocatori d’azzardo in Italia e per 7 milioni è diventato un appuntamento settimanale».
Nel 2009 lo Stato ha incassato dal gioco 54,4 miliardi di euro, che salgono a 76 miliardi di euro nel 2011.
Secondo i dati della Consulta nazionale fondazioni Antiusura, il gioco d’azzardo è la maggior causa di ricorso a debiti e all’usura nel nostro Paese. Si tratta di dati in forte aumento, anche a causa della veloce diffusione del gioco tramite Internet.
«Con la mozione – continua Ciocca – abbiamo impegnato la Giunta regionale a sostenere azioni di prevenzione e contenimento del fenomeno del Gioco d’Azzardo Patologico, favorendo il sostegno alle persone affette da queste patologie e dando priorità al fenomeno nelle indicazioni circa gli ambiti di sperimentazione per le dipendenze. Abbiamo chiesto inoltre di attivarsi presso la Conferenza Stato-Regioni per dare più competenze e risorse agli Enti Locali, per aumentare i controlli delle Forze dell’Ordine e prevedere l’accesso alle slot machines solo mediante il codice fiscale».


Incontro Anmil a Pavia

Ciocca incontro Anmil Anmil

La regione sostiene le giovani coppie
per la prima casa

Ciocca: «Aiuti per i giovani che risiedono
da almeno 5 anni in Lombardia»

«La Regione aprirà a breve un bando per sostenere le giovani coppie per l'acquisto della prima casa - lo dichiara il consigliere regionale Angelo Ciocca - agevolandoli nell'abbattimento del tasso del mutuo. È un'iniziativa importante in un momento di generale difficoltà per i giovani che hanno meno di 36 anni. Nonostante il fatto che le risorse pubbliche siano sempre più scarse, la Regione intende investire i fondi nelle direzioni più utili e di maggior necessità. I giovani sono, infatti, una fascia debole dal punto di vista economico per mancanza di stabilità lavorativa e quindi la Regione tende la mano per permettere loro di formare una nuova famiglia, fondamento della società. Ritengo molto importante, poi, che sia stata inserita la necessità di residenza lombarda per i titolari del mutuo da almeno 5 anni; e' un modo per agevolare, finalmente, la nostra gente».
Il bando, a cui a breve sarà possibile accedere, prevede la possibilità di abbassare il tasso di interesse del mutuo di due punti in percentuale (2%) per i primi 5 anni di durata del finanziamento. Le coppie devono sposarsi tra il 1 giugno 2012 e il 31 maggio 2013 e non devono avere compiuto 36 anni alla data di presentazione della domanda. Inoltre, occorre che la coppia abbia un indice di situazione economica equivalente non inferiore a 9000 euro e non superiore a 35.000, calcolato sui redditi percepiti ed i patrimoni posseduti nel 2011. Alla data di richiesta del contributo, i soggetti richiedenti, il titolare del mutuo o i titolari, in caso di co-intestazione, devono essere residenti in regione da almeno 5 anni. Il prezzo d'acquisto non deve essere superiore ai 280.000 euro e il mutuo deve avere una durata di almeno 20 anni. Per informazioni si potrà consultare il sito www.casa.regione.lombardia.it; il bando sarà pubblicato anche nella sezione bandi del sito www.angelociocca.it


Ciocca: «La Lega dichiara guerra alle nutrie»
e presenta progetto di legge al Parlamento

Un progetto di legge al Parlamento per combattere efficacemente l’emergenza nutrie è stato depositato al Pirellone dal consigliere regionale della Lega Nord Angelo Ciocca

«Il problema delle nutrie – afferma Cioccaè diventato una vera e propria emergenza che va fronteggiata in maniera molto più decisa, anche sul piano legislativo con la modifica delle normative esistenti. La diffusione di questa specie sta causando gravi squilibri ecologici, con rischi per il mantenimento della regimazione delle acque e degli assetti idrogeologici. La nutria, roditore che arriva a consumare fino a 2,5 kg di prodotto fresco al giorno, è in grado poi di arrecare gravissimi danni alle colture agricole, con evidenti costi per un settore messo a dura prova dalla crisi economica. Gravissimi anche i rischi per la salute. La nutria può infatti costituire il serbatoio per la diffusione di diverse patologie, la più pericolosa delle quali è la leptospirosi, rispetto alla quale sono stati riscontrati casi di trasmissione sia ad animali di affezione e di allevamento sia all’uomo. Per risolvere questa situazione abbiamo ritenuto necessario predisporre un nuovo quadro giuridico, che possa consentire il raggiungimento di una totale eradicazione della nutria dal territorio. Il PLP (progetto di legge al Parlamento), che abbiamo presentato oggi in consiglio regionale, equipara le nutrie alle specie quali le talpe, i topi e i ratti che non sono tutelate dalla legge 157/1992 sulla protezione della fauna selvatica. In secondo luogo la nostra proposta prevede che le Regioni possano predisporre piani per il controllo numerico delle nutrie, ovvero piani di bonifica con l’impiego prodotti e mezzi selettivi, delegando le Province per l’esecuzione degli stessi».


Cena della Lega Nord a San Genesio

San Genesio aprile 2012


Museo della bonifica del Po a Chignolo

Angelo Ciocca al Museo del Po Angelo Ciocca al Museo del Po

La Regione apre la dote Lavoro

Ciocca: «Un’opportunità per chi è
in difficoltà lavorativa»

La Regione Lombardia avvia un intervento a sostegno dei lavoratori che percepiscono ammortizzatori sociali in deroga, cassa integrazione straordinaria o che sono iscritti a liste di mobilità ordinaria.

«La Regione Lombardia – spiega il consigliere Angelo Ciocca - intende sostenere i lavoratori colpiti dalla crisi che percepiscono ammortizzatori sociali in deroga, cassa integrazione straordinaria o che sono iscritti a liste di mobilità ordinaria attraverso la Dote Lavoro sia per la riqualificazione delle professionalità sia per reinserimento lavorativamente. È un modo concreto per dare una mano concreta a chi è in difficoltà lavorativa”.
Ci sono due tipi di percorsi su cui si può fare richiesta: Dote riqualificazione, orientata alla fruizione di servizi finalizzati al mantenimento del posto di lavoro e all'accrescimento professionale all'interno dell'azienda; Dote ricollocazione, orientata alla fruizione di servizi al lavoro finalizzati al reinserimento lavorativo o all'autoimprenditorialità. I destinatari della dote riqualificazione sono lavoratori in Cassa integrazione guadagni in deroga alla normativa vigente occupati presso Unità operative per le quali l’impresa/datore di lavoro ha presentato a Regione Lombardia richiesta di autorizzazione; per quanto riguarda, invece, la dote ricollocazione possono accedere all’opportunità i lavoratori in Cassa integrazione guadagni in deroga alla normativa vigente occupati presso Unità operative per le quali l’impresa/datore di lavoro ha presentato a Regione Lombardia richiesta di autorizzazione; i lavoratori provenienti da unità produttive/operative ubicate in Lombardia che si trovino in mobilità in deroga alla normativa vigente; in cassa integrazione straordinaria per cessazione totale o procedura concorsuale (fallimento, concordato preventivo o altre procedure); iscritti nelle liste di mobilità ordinaria ex l. 223/91; i lavoratori residenti o domiciliati in Regione Lombardia iscritti nelle liste di mobilità ordinaria l. 236/93.
Occorre presentare la domanda a partire dal 10 aprile 2012, rivolgendosi agli Operatori accreditati e registrati nell'Albo definitivo di Regione Lombardia che forniranno le indicazioni necessarie per partecipare a questa iniziativa.

Chiarimenti e informazioni: Sportello SpazioRegione a Pavia in Viale Cesare Battisti; operatori accreditati al lavoro di Regione Lombardia; Call Center dote: 800.318.318 (attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 18.00); e-mail: doteammortizzatori@regione.lombardia.it.


Presentato a Pavia il Piano Casa regionale

Il Consigliere Regionale Angelo Ciocca ha presentato il nuovo “Piano Casa” di Regione Lombardia, documento di grande importanza per l’edilizia locale. Presentazione piano casa
«Il nuovo piano casa regionale è l'esempio di una politica che agisce, in concreto, per dare risposte al territorio, alle famiglie e al sistema impresa».
L'ha detto il consigliere regionale della Lega Nord, Angelo Ciocca, promotore della serata d'approfondimento in Santa Maria Gualtieri del nuovo e attesissimo piano varato da Regione Lombardia. Il popolo della Lega Nord della provincia di Pavia si è radunato per prendere parte alla serata e portare il "know-how" relativo alla nuova normativa ognuno nel proprio comune.
«Abbiamo organizzato questa serata per veicolare capillarmente sul territorio le recentissime disposizioni - ha sottolineato Ciocca - perché nessuna chance applicativa vada sprecata».
La nuova legge è finalizzata al contenimento del consumo di suolo, al recupero delle aree degradate, a dare un impulso all’edilizia, alla razionalizzazione del patrimonio edilizio esistente, alla valorizzazione dell’edilizia sociale, ottimizzazione dei consumi energetici.
Hanno partecipato alla presentazione del piano casa LUIGI CODAZZA, consigliere di amministrazione dell'Aler di Cremona e consigliere comunale a Landriano; GIUSEPPE FIOCCHI vicesindaco Voghera; Assessore Commercio; Fiere e mercati attività produttive; Politiche del lavoro e dell'occupazione; ANDREA SALA, sindaco di Vigevano, FILIPPO MUSTI, Vicepresidente Aler di Milano, GIANMARCO CENTINAIO, vicesindaco di Pavia e assessore alla Cultura; sindaci e amministratori del territorio.

Scarica qui il file esplicativo in formato pdf pdf


Imprese, scuole, agricoltura

Tutte le novità
nella legge sullo sviluppo regionale

Approvata in consiglio regionale le legge per lo sviluppo della Lombardia. Per le imprese, gli agricoltori e gli insegnanti le principali novità.
La legge è stata oggetto di lavoro delle IV commissione Attività Produttive di Regione Lombardia, di cui fa parte il consigliere Angelo Ciocca che spiega: «Viene introdotto un meccanismo di premialità negli appalti per le aziende che risiedono sul territorio, nell’ottica di favorire la fornitura di prodotti “a km zero”; questo porterà vantaggi legati al minor impatto ambientale e alla riduzione delle emissioni inquinanti, per l’inferiore necessità di trasporto. Inoltre, si è prevista la possibilità di frazionare gli appalti e di creare aggregazioni d’impresa, in modo da agevolare e non tagliare fuori le micro, piccole e medie imprese da importanti commesse pubbliche».
«Novità importante anche per gli insegnanti - continua Ciocca - La legge prevede la possibilità di reclutare il personale docente su base locale, tramite concorsi di istituto che realizzerebbero l’incrocio diretto tra domanda e offerta».
Angelo CioccaPrevista anche la riduzione degli adempimenti amministrativi e burocratici sulle micro e piccole imprese. Sarà incrementata e valorizzata la digitalizzazione e l’espansione della banda larga e ultra larga sul territorio regionale. Il provvedimento per lo sviluppo interviene anche nell’ambito delle relazioni industriali, valorizzando gli accordi “di secondo livello”, con nuove forme di accesso al lavoro e con politiche di ricollocazione per chi ha perso il proprio impiego a causa della crisi economica. Anche nell’ottica di una maggiore uniformità agli standard europei, viene introdotta una semplificazione della burocrazia a cui devono soggiacere le imprese. Cito ad esempio l’eliminazione dell’albo delle imprese artigiane e delle commissioni regionali e provinciali dell’artigianato. Altro importante obiettivo che la legge si pone è quello di agevolare le imprese nell’ottenimento dei crediti, potenziando l’intervento regionale nei limiti di quanto consentito dalla disciplina comunitaria. Oppure la possibilità di incentivi, in campo edilizio, per gli interventi finalizzati alla bonifica dei siti contaminati, ma solo per quei proprietari che non si siano resi responsabili dei fenomeni di inquinamento.
Con questo provvedimento si introducono, inoltre, misure per lo sviluppo del sistema agricolo. Per venire incontro alle pressanti esigenze del mondo rurale, vengono stabilite nuove disposizioni per l’utilizzo dei fanghi in agricoltura. Oltre a ciò viene reso più efficiente il servizio fitosanitario regionale e vengono semplificati i controlli alle aziende agricole, tramite la creazione del Registro Unico Regionale dei Controlli.


Da Regione Lombardia fondi per la comunità montana

Ciocca: «Risorse importanti per il territorio»

La Regione assegnerà le risorse alla Comunità Montana dell’Oltrepò. Si tratta di oltre 400.000 euro che serviranno al funzionamento dell’ente, importante punto di riferimento per la provincia di Pavia e per il territorio montano.
Dei 9 milioni assegnati dalla Regione alle 23 comunità montane lombarde, i fondi per la provincia di Pavia sono i più alti.
Il consigliere Angelo Ciocca, della Lega Nord, dichiara: «La comunità Montana è un ente rilevante per i comuni che ne fanno parte, per tutto l’Alto Oltrepò, contribuendo a valorizzare il territorio dal punto di vista turistico, economico e sociale. I comuni che ne fanno parte sono spesso di piccole e piccolissime dimensioni e la Comunità Montana partecipa nel tenere in vita le realtà locali».
Bagnaria, Borgo Priolo, Borgoratto, Brallo di Pregola, Cecima, Fortunago, Godiasco, Menconico, Montalto Pavese, Montesegale, Ponte Nizza, Rocca Susella, Romagnese, Ruino, S.Margherita Staffora, Val di Nizza, Valverde, Varzi, Zavattarello sono i comuni che fanno parte della Comunità Montana.


Inaugurazione Casa Dolce Casa 2012

Ciocca a Casa dolce casa


Incontro a Varzi tra Angelo Ciocca,
Roberto Mura, Matteo Salvini
e Cristiano Migliavacca

Angelo Ciocca, Roberto Mura, Matteo Salvini e Cristiano Migliavacca


Presentazione della nuova Panda a Broni

Nuova Panda


Gazebo a San Martino Siccomario con i militanti

San Martino


17 marzo: commemorazione del crollo
della torre civica a Pavia

Angelo Ciocca


Inaugurazione del ponte di Cura Carpignano

Ponte Cura


Anniversario autofficina Politi

Vicino alle nostre attività produttive

Politi Politi

Consiglio regionale: approvata all'unanimità
la mozione della Lega Nord

Ciocca: «Reintrodurre esenzione IMU per case popolari»

Via libera dal Consiglio Regionale alla mozione presentata dalla Lega Nord relativa all’applicazione dell’IMU sugli alloggi di edilizia residenziale pubblica. In merito è intervenuto il consigliere regionale Angelo Ciocca.Stefano Galli e Angelo Ciocca

«È un impatto devastante – afferma Cioccaper tutta l’edilizia residenziale pubblica quello derivato dall’applicazione dell’IMU sulle case popolari. Una tassa che presenta evidenti paradossi, se solo si pensa che l’IMU dovuta ammonta mediamente a circa 360 euro ad appartamento, in riferimento ad immobili per i quali l’ALER percepisce solo 240 euro annui, quindi ben di più rispetto al canone sociale incassato annualmente. La prospettiva che si apre è quella di una fortissima riduzione della capacità di spesa per la gestione e la manutenzione, con il conseguente e progressivo degrado di interi quartieri».
«La Camera dei Deputati – continua Cioccaha già approvato un ordine del giorno che impegna il Governo a prevedere per gli ex IACP l’esenzione dall’IMU, oltre all’estensione a tali enti delle detrazioni fiscali del 36 e del 55% per la ristrutturazione e la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio. La nostra mozione impegna la Giunta regionale di farsi portavoce presso il Governo Monti per reintrodurre l’esenzione dall’IMU per gli alloggi di edilizia residenziale pubblica che rappresentano una funzione sociale fondamentale per il territorio e per i cittadini».


Disposizioni in materia di artigianato e commercio
e attuazioni della direttiva 2006/123/CE
del Parlamento Europeo e del Consiglio
del 12 dicembre 2006 relativa
ai servizi nel mercato interno.
Modifiche alle leggi regionali 8/2009 e 6/2010

Scarica qui il file in formato pdf pdf


Piano per la casa e l'edilizia

Scarica qui il file in formato pdf pdf


IMU agricola: la mozione della Lega Nord

Ciocca: «Non penalizziamo i nostri agricoltori»

Angelo CioccaLa Lega Nord presenta una mozione in consiglio regionale contro la Imu agricola del Governo Monti.
«La nuova Imu agricola di Monti - spiega Angelo Ciocca, consigliere regionale della Lega Nord - rischia di penalizzare pesantemente i nostri agricoltori, incidendo gravemente sui costi. In provincia di Pavia ci sono più di 7000 aziende agricole. Allevatori, produttori di riso e cereali, viticoltori... Tutti hanno fabbricati agricoli che vengono utilizzati per l'attività produttiva e devono essere considerati degli strumenti di lavoro e non possono essere considerati pura e semplice ricchezza accumulata. La mozione della Lega vuole ottenere una revisione della normativa che ha introdotto la nuova Imu agricola, tassa che aggraverà la situazione dell'agricoltura e che potrebbe incentivare l'abbandono delle attività agricole, per lo più a conduzione familiare e di piccole dimensioni».
L'Imu avrà un costo fra i 30 e i 40 milioni di euro a carico delle aziende agricole lombarde; la mozione, infine, propone anche di fare ricorso alla Consulta per la questione della legittimità costituzionale contro la formulazione dell'imu agricola, in quanto introdotta senza la concertazione con enti locali e le associazioni delle imprese agricole.


La legge sulla casa e sull'edilizia
approvata in regione

Ciocca: «Meno consumo del suolo e più risparmio energetico»

Contenimento del consumo di suolo, recupero delle aree degradate, impulso all’edilizia, razionalizzazione del patrimonio edilizio esistente, valorizzazione dell’edilizia sociale, ottimizzazione dei consumi energetici: questi gli obiettivi del cosiddetto “Piano casa”, approvato dal Consiglio dopo mesi di lavoro della Commissione Territorio di cui fa parte il consigliere Angelo Ciocca e che ha realizzato alcuni emendamenti importanti. Spiega il consigliere Ciocca: «Ho lavorato alla possibilità di conferire un bonus volumetrico alla qualità progettuale, ovvero a quei progetti edilizi che rispettino le nostre tradizioni e la nostra storia. Premiare la qualità del progetto vuol dire contribuire ad evitare quelle brutture e quegli scatoloni che spesso vediamo sorgere sul territorio e che non hanno nulla a che vedere con il nostro contesto storico e ambientale. Il secondo emendamento riguarda, invece, la semplificazione e lo snellimento Dell'iter procedurale per approvare i piani attuativi, conformi allo strumento urbanistico, ovvero per dare corso agli interventi edilizi. Per i comuni con più di 15.000 abitanti, quindi con una struttura tecnica comunale ben competente e articolata, i piani attuativi potranno essere approvati dalla giunta. Questo significa velocizzare le tempistiche per rilanciare il settore edilizio, per offrire un'opportunità ai cittadini e per riqualificare aree ora degradate senza perdere la necessaria attenzione». Angelo Ciocca
Nella legge si prevedono bonus volumetrici che si applicano per interventi di recupero edilizio e per interventi finalizzati al miglioramento energetico degli edifici. Deve essere previsto un risparmio di almeno il 10% in caso di ampliamento edilizio e di almeno il 30% in caso di sostituzione edilizia.
Per le grandi città è prevista la riconversione anche per gli edifici del terziario esistenti dal 2005 e non utilizzati, che potranno essere trasformati in residenza, si prevede che almeno il 20% della superficie dell’immobile sia destinata ad edilizia residenziale sociale.
Anche le aree dismesse, sia pubbliche che private, potranno venir trasformate con una serie di facilitazioni e forme di incentivo.
La legge prevede anche la possibilità di modesti ampliamenti (con permesso di costruire presentato entro 31 dicembre 2013) per i fabbricati a destinazione produttiva e ricettiva, entro alcuni limiti stabiliti dai Comuni. Gli edifici alberghieri potranno essere ampliati entro un limite massimo di 200 mq.
Previsti anche “premi volumetrici” per incentivare la rimozione delle coperture in amianto e l’autorizzazione in deroga, in determinate situazioni, a parcheggi interrati. Per i sottotetti sono state confermate infine le norme in vigore della l.r.12/2005 (possibilità di recupero dopo cinque anni) specificando che le ristrutturazioni possono essere previste “purchè non oltre metri 1,50 dal limite di altezza massima degli edifici posto dallo strumento urbanistico”.


8 marzo 2012

Difficile, in un momento di crisi generale, fare alle donne i classici “auguri”, a meno di non ritrovare il vero significato dell’8 marzo, ovvero il ricordo della giornata del 1908 in cui molte donne morirono mentre stavano lottando per i propri diritti di lavoratrici. L’8 marzo diviene allora una giornata simbolo per ricordare e, nello stesso tempo, rinnovare l’impegno per l’occupazione femminile.
Sicuramente un po’ di strada è stata fatta se la Lombardia è la prima regione d’Italia per le imprese rosa;  molta, però, deve ancora essere percorsa se, rispetto agli altri stati europei, siamo fanalino di coda per l’occupazione delle donne.
Sia allora questa l’occasione per ricordare, soprattutto in un momento di generale difficoltà economica, che esistono alcune opportunità di Regione Lombardia che vale la pena di cogliere.
Dai bandi per la nascita di nuove imprese, come il progetto START, alle DOTI LAVORO, dalla possibilità di conciliare i tempi della famiglia con quelli lavorativi grazie alla DOTE FAMIGLIA che assegna un voucher per usufruire di baby sitter e asili, fino  alle  DOTI SCUOLA per i ragazzi, assegnate in base al reddito familiare.
Sul sito www.regione.lombardia.it si possono trovare le informazioni necessarie, personalmente, come consigliere regionale, resto a disposizione all’email info@angelociocca.it.
Auguri, allora, ma per un futuro più rosa…


Broni: Angelo Ciocca all'incontro
per il problema dell'amianto


Inaugurazione della 29esima edizione
"Primavera dei Vini di Rovescala"

rovescala

Dalla Regione anticipo PAC per gli agricoltori

Ciocca: linfa al settore agricolo

Il settore agricolo, da sempre una delle colonne portanti dell’economia lombarda e pavese, è considerato una priorità da Regione Lombardia che, anche quest’anno, ha deciso di anticipare il pagamento dei fondi PAC
«Le aziende agricole - spiega il consigliere regionale Angelo Ciocca, esponente della Lega Nord – potranno usufruire, anche quest’anno, di un finanziamento straordinario sotto forma di anticipazione a tasso zero per un importo fino al 50% degli aiuti previsti dalla Comunità Europea, senza attendere fino a dicembre. Lo scopo è di sostenere le nostre aziende agricole in questo difficile momento economico. I beneficiari restituiranno alla Regione il finanziamento una volta ottenuto il pagamento dei contributi comunitari».
L’anno scorso in provincia di Pavia sono stati erogati più di 460.000 euro per oltre 4.200 imprese agricole.
Saranno 31.000 le aziende agricole lombarde interessate che, a luglio, potranno ricevere l’anticipo per una liquidità di 200 milioni di euro che passeranno come linfa dalle casse regionali a quelle dei nostri coltivatori


Legge Harlem per governare
la proliferazione delle attività straniere

È diventata legge regionale la proposta a cui ha lavorato in questi mesi la Lega Nord. Le nuove norme adeguano la normativa regionale in materia di attività di artigianato, commercio, estetista, acconciatore e lascia la possibilità ai Comuni di decidere su specifiche situazioni, considerate in contrasto con l'interesse generale e, per motivi di ordine pubblico, di vietare l'apertura di attività per evitare l'addensamento di negozi extracomunitari nella medesima zona.
Spiega Angelo Ciocca, consigliere regionale della Lega Nord: «Sono quattro i punti principali regolati dalla normativa: centri massaggi, commercio su aree pubbliche, somministrazione di alimenti e bevande e programmazione sostenibile per i comuni che avranno strumenti importanti. Con le nuove regole per i centri massaggi, ad esempio, si vuole salvaguardare il cliente da alcuni operatori, per lo più cinesi, che si stanno diffondendo a macchia d’olio nelle città e che non hanno alcuna abilitazione. Le norme sul commercio ambulante, poi, tutelano gli ambulanti che svolgono questo lavoro in modo serio, differenziandoli da quelli abusivi. In questo modo si evita anche la concorrenza sleale che le nostre attività locali devono subire da chi non rispetta le regole della sicurezza, dell’igiene e del lavoro».
Si assimilano alla figura professionale dell’estetista le attività dei centri massaggi, garantendo professionalità e competenza. Il rinnovo o il rilascio di concessione di posteggi per il commercio ambulante su aree pubbliche è subordinato all’aver pagato eventuali sanzioni amministrative per violazione di illeciti amministrativi e si introduce un sistema informativo regionale per mappare i commercianti che hanno licenze nei vari comuni.
«Molto importanti – continua Ciocca - anche le norme per gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande. Nei negozi stranieri le insegne, gli ingredienti, i prezzi devono essere esposti anche in lingua italiana; il rilascio dell’autorizzazione per l’esercizio delle attività di somministrazione di alimenti e bevande è subordinato alla conoscenza base della lingua italiana; infine, per i coadiutori familiari, i requisiti professionali per poter avere l’autorizzazione prevedono che si siano percepiti almeno i contributi minimi previsti e non basterà più essere stati iscritti all’INPS per 2 anni anche non consecutivi».
I comuni, infine, hanno la possibilità di subordinare l’accesso e l’esercizio di un’attività commerciale a requisiti ulteriori, di dotarsi di uno strumento complementare al PGT , ma più “snello”, per far fronte a situaizoni fino ad oggi difficilmente risolvibili; di prevedere divieti o limitazioni all’apertura di nuovi esercizi per salvaguardare la sostenibilità abientale e sociale; ad esempio, nei centri storici, potranno essere previste aperture solo di attività che non siano in contrasto con il contesto tradizionale e storico.


Lavoro e Università:
approvato il Piano d'azione regionale

Ciocca: piano basato sulla realtà territoriale

Incrementare il livello di qualificazione dei giovani. Sviluppo e sostegno dell’occupazione e delle imprese. Innovazione, tutela e reinserimento dei lavoratori nel mercato del lavoro. Sono questi alcuni degli obiettivi del Piano di azione regionale 2011-2015, approvato in consiglio regionale. La Regione opererà nella logica di maggiore efficienza e trasparenza e nella prospettiva della lotta agli sprechi, orientando i suoi interventi verso chi ha più bisogno e garantendo percorsi organici finalizzati all’inserimento dei giovani nel mercato del lavoro.
«La Regione definirà il sistema di regole entro le quali si muoveranno gli enti locali e il sistema dell’offerta. Saranno gli operatori a scegliere le azioni, le metodologie, gli interventi utili e necessari, nel rispetto dei livelli essenziali e delle prestazioni. – ha spiegato il consigliere regionale Angelo Ciocca - Fondamentale di questo testo è il riequilibrio del numero di accesso delle facoltà universitarie in ordine alle esigenze del territorio, al fabbisogno reale e al numero di abitanti regionale. In questo modo, ad esempio, verranno superate le criticità che si registrano, tanto per fare un esempio, nelle Facoltà di Medicina, dove è alta l’esclusione degli studenti lombardi mentre in altre Regioni vi è una disponibilità di posti, maggiore rispetto al numero di studenti».


Di attualità, in questi giorni, il tema del sovraffollamento carceri, problema a cui il Governo Monti ha pensato di ovviare con una sorta di indulto, il cosiddetto “svuota carceri”, strumento né risolutivo né sicuro per i cittadini, come già ha dimostrato l’indulto di Prodi. In Regione Lombardia sono presenti 19 penitenziari con una capienza complessiva delle strutture carcerarie, stimata attorno ai 5400 posti; a fine dicembre 2011, il numero complessivo di detenuti nei penitenziari lombardi era di 9360 individui di cui 4080 stranieri, ovvero quasi la metà dei detenuti hanno nazionalità straniera (inevitabile anche la riflessione sull’alta
percentuale di delinquenza straniera in rapporto alla popolazione).
Senza idetenuti di altri Stati, le carceri pavesi, lombarde e italiane non solo non si troverebbero in questo stato di congestione ma eviterebbero anche i pesanti costi sul bilancio degli Enti. Per questo la Lega Nord ha presentato in consiglio regionale un ordine del giorno per sensibilizzare e impegnare la Giunta a trovare accordi a livello comunitario che consentano ai detenuti del'Unione Europea di scontare la pena nel proprio stato. È questo l'unico modo per risolvere alla radice il problema.

Angelo Ciocca
Consigliere Regione Lombardia
Lega Nord


Nuovo regolamento per gli acconciatori
Presentata la guida a Confartigianato Pavia

Dino Taccuso e Angelo CioccaRegione Lombardia vara il nuovo regolamento che disciplina l’attività di acconciatore sul territorio lombardo e pavese e che ha la finalità di disciplinare un settore, quello degli acconciatori, sempre più articolato. Il consigliere regionale Ciocca ha predisposto una guida agile e fruibile per supportare comuni e artigiani e per affiancarli durante alcuni adempimenti. Per questo si è svolto un incontro informativo presso Confartigianato Pavia proprio per illustrare le novità.
«Il nuovo regolamento non deve essere un ostacolo per comuni e per gli artigiani, anzi deve essere un valore aggiunto per la qualità».
La nuova disciplina prevede anche il coinvolgimento dei comuni nella redazione di un regolamento comunale che definisca alcuni aspetti dell’attività quali gli orari di apertura e chiusura, le modalità di pubblicazione dei prezzi, i controlli e le sanzioni riguardanti la presenza dei requisiti richiesti. Un altro aspetto importante riguarda gli adempimenti dei titolari dei negozi che dovranno redigere un protocollo di disinfezione, sanificazione e sterilizzazione dei locali e delle attrezzature, oltre che predisporre presidi di primo soccorso.
«Nel caso dei compiti previsti per i titolari dei negozi, nella pubblicazione si ritrovano delle esemplificazioni, in modo che i nuovi adempimenti non siano di intralcio o di eccessiva difficoltà. Il nuovo regolamento ha infatti le finalità di tutelare i parrucchieri seri e professionali e di garantire una leale concorrenza delle imprese, contro il rischio di una proliferazione incontrollata di esercizi spesso privi delle necessarie competenze professionali».


Visita al castello di Pieve del Cairo

Pieve del CairoIl consigliere regionale Angelo Ciocca è stato invitato al castello di Pieve Del Cairo. Presenti i proprietari che abitano nell'antica fortezza e il sindaco Paolo Ansandri.
Il castello, uno dei più grandi della Lomellina, è originario del XIV secolo, ha avuto in più occasioni integrazioni architettoniche e conserva ancora sale affrescate del Settecento.
Il consigliere Ciocca ha commentato: «In provincia di Pavia esistono castelli, chiese e monumenti che meritano un'attenzione particolare. Questi costituiscono un grande patrimonio sia per la storia e l'arte locale sia per la ricchezza di tradizioni che possono essere tramandate. Il mio plauso va sia a i proprietari di tali beni sia alle amministrazioni locali che si prodigano per promuoverli».


Liberalizzazione orari commercio

Manifestazione al mercato di Voghera
con il consigliere regionale Ciocca

Gazebo a VogheraLa Lega nord di Voghera era al gran completo venerdì mattina per dire no alla liberalizzazione degli orari del commercio. Il Vice sindaco di Voghera, Fiocchi, si è fatto portavoce delle istanze di ambulanti e negozi di vicinato sul tema liberalizzazione orari. Le preoccupazioni dei commercianti sono state esposte al consigliere regionale Angelo Ciocca per essere trasmesse a Regione Lombardia.
Commenta Ciocca: «Desidero fare una riflessione sul programma di liberalizzazioni proposto dal governo Monti, che prevede anche l'assurdità della libertà di orari per il commercio (negozi, media e grande distribuzione). Va da sé una domanda: tenere aperti i negozi quasi 24 ore su 24, 7 giorni su 7, vuol dire più consumi? Ovviamente no. La liberalizzazione incondizionata rischia di affossare il commercio di vicinato, a vantaggio delle medie e grandi strutture di vendita. Martedì prossimo in Consiglio Regionale verrà anche discussa un'importante mozione della Lega Nord contro la liberalizzazione orari».

Sempre aperti


Linea ferroviaria Mortara - Milano

Ciocca tra i pendolari e viaggio sul treno delle 8.28

Ciocca in stazione a Mortara

Ciocca sul treno Mortara - Milano18 gennaio. Ore 7. Stazione di Mortara. Il consigliere Ciocca è arrivato nella cittadina lomellina per raccogliere reclami e indicazioni dei pendolari che hanno partecipato numerosi alle segnalazioni. Ma l’esponente leghista non si è fermato alla sosta in stazione. Infatti, alle 8.28, Ciocca è salito sul treno per Milano accompagnato da alcuni funzionari di Trenord. Presente, tra i pendolari, anche il sindaco di Mortara Robecchi, primo firmatario di questa giornata.
Commenta Ciocca: «Sono tante le persone che ci hanno avvicinato sottolineando sia i disagi sia l'esigenza di confrontarsi con le istituzioni per migliorare il servizio. Ritardi, soppressione terni, orari non coincidenti con le esigenze di lavoro, carrozze senza riscaldamento e poca pulizia sono i principali disservizi segnalati da cittadini che quotidianamente viaggiano sulla linea Mortara-Milano. È fondamentale stare tra la gente per rafforzare le azioni nelle sedi istituzionali».
Sono impiegati, studenti, professionisti che, ogni mattina, partono da Mortara. Provengono da Mortara e da molti paesi limitrofi. Le segnalazioni maggiori riguardano il treno delle 7.10 che, su Vigevano, accumula parecchi minuti di ritardo, mettendo a repentaglio l'entrata puntuale al lavoro; il treno delle 8.39, quasi quotidianamente in ritardo, comporta la perdita di alcune coincidenze; il treno del ritorno da Milano a Mortara verso le 18, anticipato di dieci minuti, crea l'impossibilità per i pendolari di uscire in tempo dal lavoro per usufruirne.


Al San Matteo per i doni ai bambini ricoverati

La Scuola in Ospedale e il consigliere Ciocca
nei reparti di pediatria

PediatriaCon il nuovo anno la “Scuola in Ospedale” e il consigliere regionale Angelo Ciocca hanno incontrato i bambini ricoverati al San Matteo per distribuire qualche dono nei reparti di pediatria. I giocattoli portati dal consigliere Ciocca rimarranno nelle sale gioco dell’Ospedale e potranno essere utilizzati da tutti i piccoli ricoverati. Commenta Ciocca: «Ho conosciuto la realtà della scuola in ospedale qualche anno fa; grazie alla quotidiana attività della professoressa Mariani e di tutti suoi colleghi i bambini e i ragazzi ricoverati possono studiare e giocare, distraendosi per qualche ora. Abbiamo lasciato qualche gioco destinato alle sale comuni in modo che sia a disposizione di tutti i bambini perché anche questa piccola azione possa contribuire ad un loro sorriso. Desidero rivolgere un pensiero anche alle famiglie nonché ai medici e agli infermieri che assistono con professionalità e amorevolezza i bambini».


San Genesio ed Uniti
Natale 2011

Natale 2011

Clicca qui per guardare tutte le immagini


Trivolzio
Tombola con i lavoratori dell'ex Elnagh

Trivolzio

Clicca qui per guardare tutte le immagini


Non posso che sostenere il secco “no!” delle famiglie e dei cittadini a una manovra finanziaria che spezza le gambe al sistema produttivo e a ogni singolo cittadino. Non posso che unirmi all’unanime voce di protesta che si alza in questi giorni nelle nostre piazze da parte di chi vedrà decurtati stipendi e pensioni.
I provvedimenti della manovra fatta da un sistema vicino al mondo finanziario e a quello delle banche, vale a dire l’incremento delle tasse sul risparmio, sulla prima casa e carburanti colpiscono dritta al cuore la vita delle nostre famiglie, la vita della gente che lavora.
Spostare di 6 anni il traguardo della pensione vuol dire anche bloccare la possibilità di ingresso nel mondo del lavoro dei giovani, fermare il loro entusiasmo e le loro idee; non dimentichiamoci che questo governo ha deciso di non tagliare i 35 miliardi a fondo perduto assegnati alle aziende e indovinate a quali aziende ma di tagliare 5 miliardi con la riforma delle pensioni.
Dobbiamo anche chiederci perché non si sono toccati i soldi italiani nelle banche Svizzere e invece si è deciso di inserire l’ICI sulla prima casa che, tra l’altro, diventa una tassa a favore dello Stato e non più del Comune.
Oggi chi ci governa deve rendere conto al sistema europeo (vero committente di questo Governo) e quindi a chi ha come obiettivo l’interesse dell’Europa e dell’Euro, ma non l’interesse italiano.
Mi unisco dunque alla protesta perché si vuole far inghiottire al Nord l’ennesimo boccone amaro che di aggiunge a tanti bocconi amari che il Nord ha dovuto inghiottire nei 150 anni di Unità d’Italia. Ancora una volta non si tiene conto di chi è stato virtuoso nei conti degli enti pubblici (come accade nella nostra regione, al Sud invece gli sprechi ammontano al 50%), di chi non evade le tasse (al Sud l’evasione ha numeri da capogiro), di chi lavora e produce (solo la Lombardia realizza il 20% del prodotto interno lordo di tutta Italia).
Si avvicina il Natale e si fa fatica ad augurare “serene festività”, piuttosto credo che sia giusto ritrovare, nonostante tutto, speranza e fiducia, perché le cose possono ancora cambiare se qualcuno ci crede davvero.

Angelo Ciocca
Consigliere Regione Lombardia
Lega Nord


Gazebo Lega Nord a Stradella:
militanti e amministratori tra la gente
Presente il consigliere regionale Angelo Ciocca

gazebo Stradella


Bossi CioccaAngelo Ciocca e Renzo Bossi
a Vicenza
per il Parlamento del Nord

Il 4 dicembre Umberto Bossi ha riunito la Lega Nord a Vicenza per il Parlamento del Nord. Unica strada: L’INDIPENDENZA!

A quasi cinque anni dal febbraio 2007, ultimo incontro del "parlamento padano", e a quattordici dalla prima riunione, avvenuta il 9 novembre 1997, Umberto Bossi infiamma l'assise padana nei padiglioni della Fiera vicentina.

Il pubblico composto da parlamentari nazionali ed europei, consiglieri regionali, sindaci e presidenti di provincia è saldo intorno al suo Leader.


Linate: l'unico superstite da 8 anni senza contributi

Ciocca: «Non si può rimanere indifferente
a una paradossale ingiustizia»

L’unico superstite dell’incidente aereo di Linate, Pasquale Padovano, è stato al centro di una mozione in Consiglio regionale.
«Tutt'ora è alle dipendenze di Sea in regime di infortunio sul lavoro, non si è visto ancora riconoscere dall’Inps gli ultimi otto anni di contributi previdenziali».
Lo rende noto il consigliere leghista Angelo Ciocca che ha presentato al Pirellone una mozione per porre l’attenzione “sul problema e sensibilizza la giunta regionale a intervenire presso la Direzione generale dell’Inps per sbloccare la situazione che potrebbe impedire a Padovano di percepire la pensione”.
«Sono venuto a conoscenza del caso di Padovano e non ho potuto rimanere indifferente a quella che è a tutti gli effetti una paradossale ingiustizia - spiega Ciocca. - Proprio nel decennale della tragedia, l’unico superstite non si vede riconosciuti i propri diritti, malgrado questi siano ormai stabiliti dalla legge. Mi auguro che su questo tema intervenga anche il Ministro del Lavoro Fornero perchè di fronte a queste assurdità al paese non resta che piangere».
Il 1 marzo 2011, Pasquale Padovano «Ha presentato - spiega in una nota l’esponente leghista - domanda all’Inps di Milano per avere il riconoscimento degli ultimi otto anni di contributi, ma finora non vi è stata alcuna risposta, e gli uffici Inps di Milano attendono ancora disposizioni da Roma. Nonostante i numerosi solleciti inviati dall’interessato e dal patronato che lo sostiene, fino a oggi, nulla è successo».


Gazebo Lega Nord con il consigliere regionale Angelo Ciocca

gazebo


Inaugurazione "Una vetrina per Natale" 2011

Inaugurazione


Aggregazione dei comuni: la Regione fisserà i nuovi criteri
Ciocca: «No a leggi calate dall’alto ma fatte in base alla realtà locale»

È stata discussa a Palazzo Pirelli a Milano, sede del consiglio regionale, la Question Time del consigliere leghista Angelo Ciocca sull’art. 16 della legge del 24 settembre 2011, legge che fissa a 10.000 abitanti il limite minimo per esercitare alcune fondamentali funzioni in forma associata.
In sostanza, in base alla normativa nazionale, si dovrà provvedere ad aggregare i comuni più piccoli per raggiungere quota 10.000 abitanti, salvo diversa disposizione della Regione.
«Nel documento che ho presentato - spiega Ciocca – ho voluto puntare l’attenzione sul fatto che questa legge non possa essere calata dall’alto ma debba tenere presente le nostre realtà territoriali. In provincia di Pavia, infatti, essendo presenti numerosi piccoli comuni, per raggiungere il limite di 10.000 abitanti per Unione bisognerebbe aggregare anche 20 o 30 comuni dall’elevata estensione territoriale con il rischio di un deterioramento dei servizi ai cittadini, soprattutto per le zone più isolate. Le legge nazionale mira al contenimento dei costi ma i piccoli comuni non sono certo la causa del maggior dispendio di risorse. Per dare, poi, una certezza ai comuni che devono affrontare questo cambiamento - continua Ciocca - ho chiesto chiarimenti in merito alla tempistica di definizione dei nuovi parametri “locali” per le aggregazioni dei comuni. Si tratta di una tematica importante per i cittadini e le amministrazioni locali e devo dire che l’assessore Maccari si è reso disponibile a venire a Pavia per incontrare i nostri sindaci, spiegando anche che a breve verranno fornite tutte le indicazioni sui nuovi parametri regionali, basati sulla realtà locale».


Cena Lega Nord

Angelo Ciocca con Francesco Ratti, Roberto Mura, Andrea Scagni,
Alessandro Torregiani e Matteo Salvini


Tisin Festival a Pavia


Contributi per la videosorveglianza agli impianti di carburante

Nella commissione regionale attività produttive abbiamo varato un importante provvedimento per la sicurezza di chi lavora presso gli impianti di carburanti.
Entro breve potranno essere disponibili alcuni fondi regionali destinati ai gestori di distributori di carburanti per installare sistemi di videosorveglianza. È infatti di grande importanza incentivare e agevolare la sicurezza in questi impianti, a vantaggio dell’esercente, degli utenti e, più in generale, dei cittadini. Saranno previsti, grazie al lavoro che abbiamo portato avanti, contributi per installare sistemi di sicurezza e in particolare di videosorveglianza a circuito chiuso, da attivarsi anche fuori dall’orario di servizio assistito, e di un sistema di allarme collegato automaticamente con la centrale delle forze dell’ordine. È un’azione rilevante in un momento di crisi generale perché permette di conciliare le esigenze della sicurezza con le criticità economiche.


Valorizzazione edilizia: se ne parla in Regione Lombardia
Ciocca: «Qualità e opportunità per i settori in crisi»

La Regione Lombardia discute di valorizzazione edilizia nella V commissione Territorio.
«Si tratta - spiega il consigliere regionale Angelo Ciocca - delle norme che puntano a valorizzare il patrimonio edilizio esistente e a dare, nello stesso tempo, un impulso al settore economico dell’edilizia, settore che impiega molti addetti, ora in difficoltà e che ha un notevole indotto, basti pensare a tutto il sistema che vive attorno al settore delle costruzioni: progettisti, impiantisti, elettricisti, idraulici, piastrellisti, mobilifici…» Il settore, infatti, dal 2008 al 2011 ha avuto un calo del 14%, con punte al 26%.

Bonus volumetrici aggiuntivi per chi utilizzerà energie rinnovabili, per l’edilizia residenziale sociale, recupero a fini residenziali per i sottotetti dei palazzi ultimati tra il 2005 e il 2010, possibilità di realizzare autorimesse interrate per chi abita fuori dai centri storici in fabbricati realizzati prima del 7 aprile 1989, bonus edilizi anche per chi rimuove  coperture in amianto, garantendo coperture conformi alla qualità e alle tradizioni dei luoghi. Queste sono solo alcune delle indicazioni contenute nella legge regionale che verrà discussa anche nei prossimi giorni in Regione.

«L’obiettivo principale - continua Ciocca - è di razionalizzare il patrimonio edilizio, di contenere il consumo del suolo, di promuovere fonti di energia rinnovabili e di valorizzare la qualità urbanistico-edilizia. Una parte importante è anche dedicata alle aree dismesse, ovvero a quei fabbricati inutilizzati che sono a rischio degrado, anche sociale. Recuperarli significa non consumare altro suolo e riqualificare aree dismesse nei paesi e nelle città».


Rice a Vigevano

rice 2011


70 milioni di euro dalla Regione per allentare
il patto di stabilità degli enti locali
Ciocca: «Si riattivano gli investimenti
e si fa lavorare la nostra gente»

Regione Lombardia mette a disposizione degli Enti locali un fondo finanziario di 70 milioni di euro per consentire loro di effettuare investimenti altrimenti impossibili a causa del blocco imposto da Patto di stabilità nazionale . L'iniziativa è stata sancita in un Accordo firmato dalla Regione Lombardia con ANCI Lombardia (Associazione dei Comuni) e UPL (Unione delle Province lombarde) .

«Questo importante fondo - spiega il consigliere regionale Angelo Ciocca - consente agli enti locali di poter tornare a spendere le risorse, di fare investimenti, quindi di mobilitare opere e cantieri, rimettendo in moto parte dell’economia locale. Se un Comune fa un investimento in opere, lavorano le ditte di costruzione, lavora l’indotto e di conseguenza il personale legato ai settori».

A breve verrà definita una classifica della virtuosità dei comuni , sulla base di precisi parametri oggettivi concordati tra Regione, Province e Comuni nei mesi scorsi.

Potranno usufruire del "plafond" per effettuare pagamenti in conto capitale gli Enti locali in possesso dei seguenti requisiti:
1) possedere l'adeguata disponibilità di cassa per effettuare i pagamenti;
2) dimostrare l'effettiva liquidabilità delle spese, certificando, con adeguata documentazione, che il "plafond" messo loro disposizione sarà impiegato per spese effettivamente ed immediatamente liquidabili entro il 2011.

Alle Amministrazioni più virtuose verrà infatti riservato il 5 per cento delle risorse della quota di "plafond" per i Comuni.


Inaugurazione della 43esima mostra dei Crisantemi

Mostra dei crisantemi

«Valorizzare le produzioni locali vuol dire garantire un'economia vivace e
dare un'opportunità di lavoro ai giovani»


Sagra della zucca a Dorno

Dorno


Nuovo regolamento per gli acconciatori
Ciocca: «Aiutiamo comuni e parrucchieri ad affrontare le novità»

CioccaEvaso in IV commissione regionale Attività Produttive il regolamento che disciplina l’attività di acconciatore sul territorio lombardo e pavese. Si tratta di un documento importante per disciplinare un settore, quello degli acconciatori, sempre più articolato. “In particolare - commenta il consigliere regionale della Lega Nord Angelo Ciocca - il settore degli acconciatori è aggredito da prodotti non sicuri per la salute, spesso usati da cinesi. L’obiettivo è di tutelare i professionisti seri e il consumatore.”
Continua Ciocca: “Il nuovo regolamento non deve essere un ostacolo per comuni e per gli artigiani, anzi deve essere un valore aggiunto per la qualità.” Ciocca è così intervenuto a supporto di comuni e artigiani per affiancarli durante alcuni adempimenti. Ad esempio la nuova disciplina prevede anche il coinvolgimento dei comuni nella redazione di un regolamento comunale che definisca alcuni aspetti dell’attività quali gli orari di apertura e chiusura, le modalità di pubblicazione dei prezzi, i controlli e le sanzioni riguardanti la presenza dei requisiti richiesti. Per semplificarne l’elaborazione soprattutto da parte dei piccoli Comuni, che ovviamente non possono avere competenze su qualsiasi argomento, il consigliere Ciocca ha proposto di predisporre una bozza di regolamento che possa fare da guida.”
Un altro aspetto importante riguarda gli adempimenti dei titolari dei negozi che dovranno redigere un protocollo di disinfezione, sanificazione e sterilizzazione dei locali e delle attrezzature, oltre che predisporre presidi di primo soccorso.
“Anche nel caso dei compiti previsti per i titolari dei negozi, ho sottolineato la necessità di fornire bozza o fac simile dei documenti richiesti, in modo che i nuovi adempimenti non siano di intralcio o di eccessiva difficoltà. Il nuovo regolamento ha infatti le finalità di tutelare i parrucchieri seri e professionali e di garantire una leale concorrenza delle imprese, contro il rischio di una proliferazione incontrollata di esercizi spesso privi delle necessarie competenze professionali”.


Premiazione della Sagra di San Zeno a Bereguardo

BereguardoSi è svolta lunedì mattina 3 ottobre, la premiazione della Sagra di San Zeno a Bereguardo, durante la quale si svolge la tradizionale Corsa degli asini. Numerose le attività intervenute nel corso della giornata, oltre all’Amministrazione Comunale, il senatore Roberto Mura, l’assessore Regionale all’Agricoltura De Capitani, il consigliere regionale della Lega Nord Angelo Ciocca che ha sottolineato: “Queste occasioni sono molto importanti sia per coinvolgere i cittadini nella vita del paese, sia per valorizzare le nostre tradizioni e i nostri prodotti, da far conoscere e tramandare ai più giovani. Mi complimento con chi, ogni anno, organizza con successo una manifestazione bella, sana e sempre interessante.”
Nata dall´iniziativa dei commercianti nel 1926, la fiera “di San Zeno” ebbe fin dalla nascita la funzione prevalente dello scambio di prodotti agricoli e del bestiame. Non a caso si è sempre collocata nel periodo autunnale, sia per l’ampia disponibilità dei prodotti agricoli raccolti durante l’anno che per consentire alla popolazione locale il “rifornimento” prima delle difficoltà invernali. Oggi è un punto di incontro per un numeroso pubblico.


Inaugurata una nuova residenza per anziani ad Albuzzano

È stata inaugurata domenica 2 ottobre la nuova residenza per anziani ad Albuzzano. Presenti l'amministrazione comunale, il parroco Don Marco, il consigliere regionale Ciocca.
Casa anzianiLa residenza è sorta in un cascinale, ristrutturato e adeguato alle moderne esigenze; già dai prossimi giorni si potranno accogliere i primi ospiti. La residenza è articolara su di una superficie di circa 900 metri quadrati, stanze singole e doppie, una palestra, l’infermeria, spazi per la lettura, oltre ai locali riservati al personale e agli uffici amministrativi.
Il consigliere regionale della Lega Nord Ciocca ha sottolineato: "Si tratta di un servizio importante per i cittadini, un luogo in cui gli ospiti potranno trovarsi a loro agio anche grazie alla sede scelta: un tipico cascinale delle nostre campagne, che ricorda l'infanzia dei nostri nonni. Apprezzabile l'impiego di personale locale sia per la valorizzazione delle professionalità del territorio sia per l'offerta di nuovi posti di lavoro."


Venezia 2011: la festa dei popoli Padani

Ciocca Rizzi Mura

Il consigliere regionale Angelo Ciocca con Monica Rizzi
e il senatore Roberto Mura

Ciocca Gibelli

Angelo Ciocca con il vice presidente di Regione Lombardia Andrea Gibelli

Venezia 2011

«Venezia è un momento importante per ogni militante;
l'entusiasmo e la voglia di fare che si respirano a Venezia fanno sì
che sia un incontro unico e irripetibile.»
Angelo Ciocca


“Festa della zucca” a Pecorara

Ciocca e TremontiAnche il consigliere regionale e vicesegretario provinciale di Pavia della Lega Nord Angelo Ciocca non ha voluto mancare al tradizionale appuntamento con la “Festa della zucca” a Pecorara (in alta Val Tidone, al confine con la provincia di Pavia). L'appuntamento della Lega Nord di Piacenza che ha richiamato, sotto una pioggia battente, sulle colline della Val Tidone una parata di big, da Umberto Bossi all’onorevole del Carroccio Massimo Polledri, insieme al vicesindaco di Pecorara Franco Pochintesta e al consigliere regionale Stefano Cavalli, dal Governatore del Piemonte il novarese Roberto Cota, all’Europarlamentare Leonardo Carioni e alla vicepresidente del Senato Rosy Mauro. Agli esponenti leghisti si è aggiunto il ministro dell'Economia Giulio Tremonti, che si è intrattenuto qualche istante con il consigliere Angelo Ciocca. Naturalmente riflettori puntati sulla situazione del governo e sulla condizione del premier Silvio Berlusconi investito dall'affaire "Ruby".
Bossi e Tremonti Sulla vicenda che sta agitando le acque del governo, il caso della minorenne marocchina Ruby, il Senatur si è soffermato brevemente con una battuta: «Il vero scandalo non è quello che coinvolge Berlusconi - ha detto - ma l'annullamento del concorso per i notai avvenuto a Roma». Il riferimento è al concorso nazionale per notai annullato l'altro giorno perché la prova proposta era già stata resa nota nei giorni precedenti.
Al grido di «Padania libera, Padania libera, Padania libera!!!!» Umberto Bossi ha lasciato l’Alta Val Tidone solo dopo aver stretto le mani dei tantissimi militanti giunti sul posto.


L'assessore regionale allo Sport
in visita a Vigevano e Pavia

L’assessore allo sport della Regione Lombardia Monica Rizzi è stata in visita a Pavia e a Vigevano per conoscere le realtà sportive della provincia lombarda. Nei 190 comuni ci sono tantissime società sportive, grandi e piccole. A fare gli onori di casa il consigliere regionale della Lega Nord Angelo Ciocca che ha sottolineato: “Lo sport pavese è vivace e attivo; abbiamo atleti e sportivi che giocano in serie A e piccole società che contribuiscono a tenere in vita i nostri piccoli comuni; ringrazio l’assessore per essere a Pavia, un’occasione per noi molto importante”.
Rizzi, Sala, CioccaLa prima tappa è stata il centro polisportivo Campus. Qui l’assessore ha incontrato i rappresentanti dello sport pavese: Pavia Calcio, Riso Scotti Volley, Basket Pavia, Boxe, Atletica 100 Torri, Federazione Kayak, Centro sportivo italiano, CONI,  Cus Universitario; tutti hanno sottolineato come sia la prima volta che un assessore regionale allo sport arrivi a Pavia.
Non sono mancate le presenze istituzionali dell’Ufficio Scolastico Provinciale, del comune di Pavia e dei comuni vicini. “Un lombardo su 4 – ha detto l’assessore Rizzi - pratica sport attivo.  Sono a Pavia per ascoltare le esigenze dello sport locale, per conoscere le realtà che abbiamo in Lombardia. Da quando sono assessore ho voluto muovermi sul territorio per entrare in contatto con le province e i comuni.” L’assessore ha poi illustrato i progetti in atto e le linee di indirizzo del suo lavoro.
Nella serata l’assessore Rizzi e il consigliere Angelo Ciocca sono arrivati a Vigevano per incontrare il mondo dello sport lomellino. L'assessore e il consigliere, ospiti del sindaco Sala, hanno visitato il nuovo palazzetto, per ora inutilizzato.
La visita istituzionale si è conclusa in un noto ristorante della città ducale, in compagnia dei militanti vigevanesi della Lega Nord.


L'assessore all'Agricoltura De Capitani in visita a Giussago

Questa mattina (19 ottobre 2010) l'assessore all'Agricoltura Giulio De Capitani ha visitato l'azienda agroambientale "La Cassinazza", in località Cassinazza di Baselica. A fare gli onori di casa l'ingegner Giuseppe Natta. Ospiti dell'incontro il consigliere regionale Angelo Ciocca e l'assessore all'Agricoltura e Urbanistica del Comune di Pavia Fabrizio Fracassi. De Capitani
Nella foto, l'assessore e il consigliere regionale hanno potuto "scoprire" un collare dell'Ottocento, con il simbolo del sole delle Alpi, ospitato nel museo della Cassinazza!!! W Umberto Bossi!!! W la Padania!!!!
 
La Cassinazza
Questa meraviglia ambientale, posta nel Comune di Giussago (PV), si sviluppa su un'estensione di circa 400 ettari; ha promosso dal 1996 interventi di riqualificazione e di potenziamento ambientale secondo il modello dell'Agricoltura di Terza Generazione. Nel 2003 ha ricevuto il premio Wetland International Award - Euroducks Foundation come area umida ricreata tra le più significative d'Europa.
I presenti hanno potuto visitare in auto elettrica la tenuta, incontrando uccelli migratori e stanziali. Guidati dalle spiegazioni dell'ingegner Natta, che ha raccontato come sia nata e si sia sviluppata questa idea, che ha ridonato, ad un’area ad alto tasso di coltivazione, un ambiente rispettoso degli equilibri ecologici e che in pochissimi anni ha visto crescere in maniera esponenziale il numero delle specie animali e vegetali.
Al termine della passeggiata l'assessore De Capitani, il consigliere Angelo Ciocca e l'assessore all'Agricoltura del Comune di Pavia Fabrizio Fracassi stati ospiti dell’Ing. Natta che ha deliziato gli intervenuti con una cena a base di piatti tipici della cultura culinaria contadina, facendoci riscoprire sapori e profumi spesso perduti.


Ciocca: "Uscire dal palazzo per un nuovo modo di fare politica"

Bellotti CioccaL’assessore regionale al Territorio e Urbanistica Daniele Belotti e il consigliere regionale Angelo Ciocca hanno visitato lunedì mattina l’impianto Ecodeco di Corteolona. A fare gli onori di casa il direttore generale di Ecodeco Italia, Sergio Testa. Sui tavoli della Regione Lombardia vi è infatti una proposta di potenziamento dell’impianto pavese che deriva dall’esperienza nel trattamento e recupero dei rifiuti urbani che Ecodeco ha maturato negli anni e completa l’approccio di “sistema” dell’attività dell’azienda.

“L’obiettivo di questa visita è uscire dal “Palazzo” – ha detto il consigliere regionale della Lega Nord Angelo Ciocca - per un nuovo modo di fare politica che non si fermi alla sola informazione documentale nelle procedure autorizzative, ma vuole andare fondo, al fine di verificare con mano le situazioni nell’ esclusivo interesse del territorio”. L’assessore Belotti e il consigliere Ciocca si sono intrattenuti a lungo nello stabilimento per conoscerne a fondo la tecnologia e i processi di intervento. Hanno parlato sia con i lavoratori, sia con il direttore dell’impianto.
“Non nascondiamoci infatti che sul tema-rifiuti, negli ultimi tempi, sono arrivate in superficie situazioni a dir poco vergognose – ha voluto sottolineare Ciocca –. E’ pertanto più di un obbligo cambiare metodo su queste tematiche, dare alla gente un  segnale nuovo sui metodi di approccio all’iter autorizzativo. E’ importante, dunque, capire gli umori degli imprenditori, dei lavoratori, dei sindaci e del territorio. Tutti questi elementi, raccolti nella giornata di lunedì, contribuiranno a una migliore valutazione dell’iter”.

Al termine dell’incontro, l’assessore regionale Belotti ha sottolineato “l’importanza di questa visita conoscitiva per meglio valutare l’impatto ambientale sul territorio della nuova iniziativa promossa da Ecodeco”. Belotti ha anche anticipato la nuova “politica” regionale in tema di rifiuti: ogni provincia dovrà essere in grado di smaltire i propri rifiuti. A Pavia un “mezzo” ammonimento: è la provincia con la più bassa percentuale di raccolta differenziata. Solo il 25% contro circa il 50 della Regione. A presto potrebbero partire anche progetti di sensibilizzazione direttamente nelle scuole pavesi.
E’ importante sottolineare che il processo che sta alla base dell’impianto Ecodeco di Corteolona utilizza la frazione residua dei rifiuti urbani dopo la raccolta differenziata,  bioessiccata secondo la nota tecnologia brevettata e applicata  da Ecodeco in Europa ( da Londra a Creta, dalla Scozia alla Spagna). Il materiale ottenuto permette di raggiungere ottimi risultati in termini di produzione di energia elettrica, in quanto, considerando l’intero processo proposto, si attua il 95% di recupero dei rifiuti in ingresso come energia e/o come materia. Basandosi su criteri di territorialità e di visione integrata del ciclo dei rifiuti, la linea guida della progettazione è, come per tutti gli impianti Ecodeco realizzati in Italia e all’estero, la sostenibilità ambientale.

 

elezioni2013

Fatti per cambiare febbraio 2013

fattixcambiare dicembre 2012

Fatti per Cambiare aprile 2012

Fatti x cambiare

giornale